L’Upo sostiene Fondazione Solidal e Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per l’emergenza Covid

La raccolta fondi ha superato la cifra di settecentomila euro per gli ospedali della provincia di Alessandria

Alessandria

L’Università del Piemonte Orientale sostiene la campagna della Fondazione Solidal e Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria condividendo il messaggio #fermiamoloinsieme e #doniamodacasa.

Lo fa in modo istituzionale, inserendo nei propri canali la campagna della Fondazione Solidal e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, con la frase: “Ti invitiamo ad aderire al nostro invito di aiutare i nostri Ospedali che stanno lavorando a ritmi durissimi per proteggere la nostra salute”. E lo fa con i propri docenti, in particolare quelli della provincia di Alessandria, a partire dal Pro Rettore, il professor Roberto Barbato, che ha lanciato tra i primi l’appello a sostenere gli ospedali della provincia. Insieme a lui, Leonardo Marchese direttore del Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica, Roberta Lombardi e Fabrizia Santini del Disgpes, Enrico Boccaleri e Guido Lingua del Disit e tanti altri, che stanno dimostrando in modo concreto la loro vicinanza a questa emergenza, mettendo anche la faccia con appelli alla donazione sulla pagina Facebook della Fondazione Solidal. Oltre ai docenti, anche gli studenti hanno accolto l’invito e rivolto un appello alla comunità dal profilo Instagram della Fondazione Solidal.

La Fondazione Solidal e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ringraziano i vertici dell’Università del Piemonte Orientale per la sensibilità dimostrata a livello istituzionale nonché tutti i docenti che hanno finora aderito a questa straordinaria raccolta fondi, che ha superato oggi la cifra di settecentomila euro per gli ospedali della provincia di Alessandria. Di questi, già trecentomila sono stati trasferiti e utilizzati dall’Azienda Ospedaliera di Alessandria e dall’ASL AL attraverso procedure prioritarie per l’acquisto di materiale utile alla cura dei pazienti e ai dispositivi di protezione per gli operatori sanitari: sei letti di rianimazione, un tavolo operatorio e cento caschi CPAP per i pazienti ricoverati, oltre a sedicimila mascherine FFP3, un milione di guanti monouso in nitrile, diecimila camici di protezione, mille visiere protettive e settantamila mascherine chirurgiche come dispositivi di protezione per gli operatori sanitari.

Ma la raccolta continua, perché il materiale va costantemente utilizzato e ciascun donatore può fare la propria parte da casa, donando e aiutando il proprio ospedale attraverso un bonifico intestato a

PRO ASL-AO AL UNITI CONTRO COVID-19

IBAN IT52 S 05034 10408 000000005537

oppure sul sito della Fondazione SolidAl attraverso il circuito PayPal.

Ricerca in corso...