CLOSE X

Asd Città di Casale, che colpo! Andrea Birolo torna in nerostellato

Il regista, casalese di nascita, classe 1998, vestirà ancora la maglia più bella del mondo dopo sei campionati giocati a Trino tra Eccellenza e Promozione

CASALE MONFERRATO

L’Asd Città di Casale è lieta di annunciare di essersi garantita le prestazioni sportive di Andrea Birolo per la stagione 2024-25.

Si tratta di un colpo di mercato da copertina, che il DS Vittorio Turino ha messo a segno in questa frenetica fase di trattative. Andrea Birolo, casalese di nascita (27 novembre 1998),torna a vestire la maglia più bella del mondo dopo 6 campionati giocati a Trino tra Eccellenza e Promozione.

Centrocampista centrale, ha mosso i primi passi nel vivaio nerostellato e dopo la trafila nelle giovanili ha esordito in prima squadra nel torneo di Eccellenza del 2014-15. Nella stagione successiva è stato tra i protagonisti del ritorno in serie D con 13 presenze e 4 gol. Un bottino di realizzazioni che ha replicato nel 2016-17 in 27 presenze. Nei due campionati di serie D con il Casale, Andrea ha totalizzato 53 gettoni di presenza e 5 reti. Nell’estate del 2018 passa al Trino LG e in biancoazzurro diventa una colonna del centrocampo realizzando 9 gol in quattro anni di Eccellenza.

Nelle ultime due stagioni in Promozione, Andrea Birolo ha condotto il Trino ai play-off conquistando la terza posizione in regular season. Regista classico, detta i tempi della manovra con maestria ed esperienza. Mister Perotti avrà a propria disposizione un metronomo di centrocampo stile Albertini che contribuirà ad aumentare il tasso tecnico della squadra.

Andrea, un ritorno a Casale fortemente voluto dal tecnico, dal DS e anche da te…

Il Casale mi ha lanciato e dopo una lunga esperienza a Trino, volevo cambiare e tornare dove tutto è iniziato. Il Direttore mi ha cercato e non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione. Il mio obiettivo è quello di aiutare il club a tornare dove merita e sono contento, carico per dare il massimo per questa maglia”.

Nei tuoi trascorsi anche una presenza nella Nazionale Dilettanti, accompagnato proprio dal tuo attuale DS e la finale del Trofeo delle Regioni disputata al Meazza di San Siro.

Era la stagione del mio esordio in prima squadra con mister Fossati. Fu una bella esperienza, come quella della finale Allievi a San Siro. Ho partecipato tre volte al Trofeo delle Regioni, ma quella partita la ricordo con piacere ed emozione perché giocare al Meazza non capita a tutti. Soprattutto per me che sono di fede rossonera”.

Sei anni a Trino non sono un battito di ciglia. Vuoi salutare società e tifosi?

Sicuramente. Trino e Casale sono due posti dove poter fare calcio in un certo modo. Ti senti calciatore anche se non sei professionista e ciò accade grazie alla professionalità dei dirigenti. A Trino mi sono trovato sempre bene, ringrazio tutti, sottolineando che la mia è stata una scelta dovuta al desiderio di cambiare dopo tanto tempo”.

Nella passata stagione hai incontrato il Città di Casale per 5 volte. Che impressione ti sei fatto?

All’inizio era evidente che la squadra aveva bisogno di tempo. Erano i primi passi di una società nuova e di un gruppo di lavoro nuovo di zecca. Con l’andare del tempo i nerostellati sono cresciuti, si sono organizzati, compattati, testimoniando un percorso di progressivo miglioramento. Alla fine, nel play-off, hanno meritato di vincere. Tutto questo fa ben sperare in proiezione futura”.

L’obiettivo è migliorare un quarto posto. Sarà una stagione da vivere da protagonisti.

Una piazza come quella di Casale ti da tanto e pretende molto da te. E’ giusto, perché la storia del club impone di essere sempre protagonisti. Credo che in fondo in fondo, anche l’anno scorso le speranze era quelle di un campionato al vertice. Migliorare un quarto posto non è semplice perché ci saranno avversari agguerriti e alla fine vince uno solamente. Noi dovremo essere bravi nel costruire e creare l’occasione da sfruttare nel momento più importante. Quello dove si decide una stagione”.

Come ti immagini la tua prima discesa in campo dopo il mitico tunnel del “Palli”? Inevitabile non essere travolti da emozioni e ricordi.

Già da avversario mi sono venute in mente tante cose negli spogliatoio del Palli. E’ inevitabile. Proverò emozioni perché ho ricordi positivi della mia militanza in nerostellato. Poi dovrò pensare al futuro e non vi nego che sarebbe bello creare nuove giornate da consegnare alla storia della società. Compiere un’impresa qui, è qualcosa di speciale e straordinario”.

Birolo Andrea

Casale M.to, 27-11-1998

Centrocampista

2023-24 LG Trino (Promozione)

2022-23 LG Trino (Promozione)

2021-22 LG Trino (Eccellenza)

2020-21 LG Trino (Eccellenza)

2019-20 LG Trino (Eccellenza)

2018-19 LG Trino (Eccellenza)

2017-18 Casale FBC (Serie D)

2016-17 Casale FBC (Serie D)

2015-16 Casale FBC (Eccellenza)

2014-15 Casale FBC (Eccellenza)

Ricerca in corso...