Asili Nido: botta e risposta fra il Pd e l'assessore Luca Novelli

Prosegue il dibattito politico sulla riassegnazione della gestione del servizio in seguito alla recente sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale

CASALE MONFERRATO

Dopo l'intervento di ieri di Fabio Lavagno anche il circolo cittadino del Partito Democratico ha diffuso una nota sulla vicenda accompagnata dall'annuncio di un'interrogazione firmata da Roberto Milano (e non si capisce perché, visto che Lavagno e Milano, fanno parte dello stesso partito non ci sia un coordinamento nel diffondere i vari comunicati stampa).

A queste dichiarazione nella mattinata di oggi è arrivata la replica dell'assessore ai Serrvizi Sociali Luca Novelli, accompagnata da un video sui sui canali social.

Il CIRCOLO PD DI CASALE MONFERRATO "UN NUOVO BUBBONE SCOPPIATO NELLE MANI DI UNA GIUNTA INCAPACE"

Questo l'intervento del circolo cittadino del Partito Democratico: "Sotto forma di edulcorato "incontro informativo" con le lavoratrici degli Asili Nido Comunali che avverrà nei prossim giorni, la Giunta di destra di Casale Monferrato in realtà sottotace un nuovo, clamoroso e drammatico caso di malgoverno e di inefficienza che ancora una volta colpisce la Città. In particolare le famiglie con bambini piccolissimi, più i lavoratori e le lavoratrici di un comparto che dovrebbe essere strategico e di assoluto valore per la nostra Comunità".

"Per la quarta volta in meno di un anno e mezzo, infatti, per l'inefficienza (e speriamo per non altro causa) della Giunta comunale di Casale Monferrato, cambia improvvisamente la gestione dei tre Asili Nido della Città, con gravissimo disagio per le famiglie e i piccoli ospiti, oltre non pochi problemi e prospettive incerte per chi ci opera e vi lavora quotidianamente".

"Un ulteriore scempio di quello che un tempo era uno dei Servizi Comunali Casalesi portati quale esempio di virtuosità e lungimiranza amministrativa, di capacità gestionale, di attenzione al sociale e alle esigenze delle famiglie di cui la Città si poteva vantare, e per il quale era presa a modello in tutta Italia".

"E ora?"

"Un’inconsistenza e un’incapacità conclamata, anche in questo comparto, da parte degli Amministratori comunali che viene certificata pure dal crescente numero di bimbi in lista attesa per accedere alle strutture comunali (liste di attesa composte da diverse decine di bimbi),da un "curioso" (per non dire sospetto) supporto finanziario verso talune strutture private moltiplicatosi in questi ultimi anni, da un sostanziale abbandono della cura e della manutenzione delle strutture pubbliche e delle iniziative di supporto agli Asili Nido pubblici".

"Che si voglia perseguire, anche in questo altrettanto delicato comparto del vivere civile, la perversa politica di progressivo abbandono del "pubblico" a favore del "privato", come accade per la Sanità Pubblica in Piemonte?"

"Per certificare che "il re è nudo", in queste ore viene resa nota anche l'esistenza di una sentenza del TAR ai danni della Città di Casale Monferrato, sempre in tema di Asili Nido pubblici".

"Su questa sentenza ci riserviamo di intervenire nei prossimi giorni: ora vogliamo portare all'attenzione della Cittadinanza casalese la mozione del Gruppo Consiliare del Partito Democratico, appena depositata dal consigliere Roberto Milano a nome del Gruppo, con cui chiediamo chiarezza e verità alla Giunta e al Sindaco su una serie di problemi legati agli Asili Nido".

"Problemi rispetto ai quali noi proponiamo piuttosto soluzioni volte a ripristinare al meglio un servizio essenziale per numerose famiglie Casalesi, un tempo vero fiore all'occhiello della Città".

Partito Democratico, Circolo di Casale Monferrato

LUCA NOVELLI: "VOI PARLATE,NOI FACCIAMO I FATTI"

Questa la risposta dell'assessore ai Servizi Sociali Luca Novelli: "Ancora una volta il PD Circolo di Casale Monferrato dimostra la sua incapacità politica. Dopo le dichiarazioni uscite sugli organi di stampa non posso sottrarmi da rispondere alle dichiarazioni fatte dalla sinistra Casalese".

"Prima di tutto per quanto riguarda il passaggio di appalto tra le cooperative riguardante il servizio di asilo nido, che sarà illustrato nei prossimi giorni a tutte le lavoratrici, voglio sottolineare che la sentenza del TAR non imputa irregolarità nella gara svolta dall’ente pubblico ma fa riferimento a dati specifici riguardanti la cooperativa. Nonostante questo passaggio non ci sarà come prevede la legge,nessuna diminuzione ne retributiva ne di ore verso le lavoratrici".

"Assodato questo, non posso non rispondere a chi ha il coraggio di affermare che questa amministrazione non hai investito nel servizio di asili nido".

"Prima di tutto voglio ricordare ai colleghi di minoranza che il nuovo regolamento di gestione dei servizi dell’infanzia è stato approvato all’unanimità nell’anno 2019 con anche i loro voti favorevoli.

Oltre a questo devo elencare quello che dal 2019 a oggi la nostra amministrazione ha fatto:

- Aumento del personale dell’asilo del Valentino da numero 7 a 9 educatrici

- Aumento del personale dell’asilo di Porta Milano da numero 4 a 6 educatrici

- Aumento degli ingressi dell’asilo di Porta Milano che è il nostro arrivo risultava essere l’unico asilo poco tra attivo e che grazie alla collaborazione tra l’amministrazione e le lavoratrici è tornato a lavorare a pieno regime.

- Creazione della figura del coordinatore pedagogico che fino a prima non era mai stata preso in considerazione".

"Questi dati dimostrano come i nostri interventi siano stati reali e lo dimostra il fatto anche che negli ultimi tre anni il numero di domande per accedere i nostri servizi di Asilo Nido siano in continuo aumento e ci stia portando a valutare l’apertura di in altra struttura presso la scuola Verde Blu nel prossimo mandato".

"Proprio per questo non accetto critiche infondate da chi in realtà è stato colui che negli anni che ha amministrato ha fossato gli asili nido".

"Voglio ricordare che l’esternalizzazione dei servizi educativi del nido del Valentino e del nido di Porta Milano sono avvenuti sotto la giunta Mascarino e Palazzetti".

"Aggiungo inoltre che i contributi agli asili privati, sono contributi che sono sempre stati presenti, dettati da una legge regionale che guardacaso è stata proprio approvata quando la stessa regione era governata dal centrosinistra".

"Come sempre perché non avete nessuna idea, proposta o suggerimento cercate di creare delle discussioni sterili non supportate da dati reali solo per provare ad avere un po’ di consenso politico. E come sempre ancora una volta siete smentiti puntualmente con i fatti. A volte forse, è meglio tacere".

Luca Novelli

Assessore ai Servizi Sociali - Comune di Casale Monferrato

Ricerca in corso...