La casalese Francesca Napodano tesserata dall'Igor Volley Novara, campione d'Europa in carica

La giovane è attualmente in ritiro con la nazionale under 20 per le Universiadi: 'Inizio l'avventura con entusiasmo e gioia'

CASALE MONFERRATO

(Così l'Igor Volley Novara dà il benvenuto alla casalese Francesca Napodano)

Giovani monferrini che fanno strada nel mondo dello sport di vertice. La casalese Francesca Napodano, venti anni, è stata tesserata dall'Igor Volley Novara, società di punta della pallavolo nazionale e internazionale, campione d'Europa in carica (ha vinto, nel maggio scorso, la Champions League a Berlino, nel derby tutto italiano con Conegliano) vincitrice della Copppa Italia, seconda nell'ultimo campionato di serie A1. È la squadra in cui giocano tante campionesse, come la grande Paola Egonu.

L'annuncio è stato dato sul sito internet della società novarese in cui si comunica che “dopo l’arrivo della polacca Zuzanna Gorecka e la promozione in prima squadra di Federica Piacentini, la formazione agli ordini di Massimo Barbolini si “chiude” con l’ingaggio di un’altra giovane: il libero piemontese (è di Casale Monferrato) Francesca Napodano. Classe 1999, Napodano ha già vestito la maglia “Agil” ai tempi del settore giovanile, prima di spiccare il volo (via Orago e Volleyrò) verso la serie A che ha vissuto con le maglie di Casalmaggiore (A1) e, nell’ultima stagione, Soverato (A2)”.

Francesca è reduce da una stagione da titolare a Soverato – spiega sul sito internet il d.g. Enrico Marchioni – e ci aspettiamo sia che possa farsi trovare pronta quando sarà chiamata in causa, sia che possa proseguire con la nostra maglia il suo percorso di crescita che l’ha portata, questa estate, anche a essere convocata in nazionale per le Universiadi di Napoli. Inoltre, diciamo con un po’ di orgoglio anche che per lei e per noi è un cerchio che si chiude: giovanissima, ha avuto modo di scoprire il mondo Agil quale atleta del vivaio e oggi torna a Novara, da protagonista, per giocare con la prima squadra”.

Parole cui fanno da eco quelle del giovanissimo libero casalese, direttamente dal ritiro con la nazionale in vista delle Universiadi: “Inizio questa nuova avventura con entusiasmo e gioia, sono felicissima di poter tornare nel mio Piemonte e, soprattutto, di poter ritrovare quell’ambiente Agil che ho conosciuto ai tempi del vivaio. So che sarà un’esperienza molto stimolante per me e per la mia crescita e che potrò imparare molto da una campionessa come Stefania Sansonna. Non vedo l’ora di iniziare questa avventura, di incontrare le mie nuove compagne e di lavorare con lo staff azzurro”.

 

Ricerca in corso...