CLOSE X

La cordata Bachis: 'Se rileveremo il Casale l'allenatore sarà Salvatore Iacolino'

Si presenta uno dei gruppi che vuole acquistare la società nerostellata: 'La nostra offerta valida fino a lunedì sera, poi ce ne andremo'

CASALE MONFERRATO

“Se riusciremo a rilevare la proprietà dell'Fbc Casale il nuovo allenatore sarà Salvatore Iacolino”. È questa la promessa forte della cordata Bachis – una delle due che punta ad acquistare il club nerostellato da Giuseppino Coppo – che si è presentata questa mattina con una conferenza stampa convocata davanti allo stadio Natal Palli. Il nome del tecnico protagonista di una leggendaria promozione nel 2004 è però problematico in quanto in seguito i suoi rapporti con la piazza casalese si sono rovinati a seguito di alcune dichiarazioni pronunciate quando si era trasferito ad Alessandria e di un brutto gesto rivolto ai tifosi, tanto che alcuni di loro presenti all'incontro hanno manifestato non poche perplessità. Ma i Bachis assicurano che la frattura si può agevolmente ricomporre. Ma da chi è composta questa cordata Bachis? La figura di spicco è l'imprenditore Giovanni Bachis, attivo nel settore immobiliare e degli investimenti in Svizzera, poi c'è il figlio Andrea e, a seguire la parte sportiva, ci sono Franco Delladonna (allenatore molto conosciuto nella zona) e Silvano Russo (con un passato da giocatore in serie C dopo essere cresciuto nel Torino e svariate esperienza da ds in società del Torinese). I quali pongono un ultimatum: “Se entro lunedì sera Coppo non ci darà una risposta affermativa andremo via da Casale”. 

Spiega Andrea Bachis: “Il Casale è il fulcro di un progetto più ampio, in cui sono previste molte iniziative: abbonamenti a prezzi popolari, ingresso a 5 euro e gratuito per disabili, donne e over 60, agevolazioni per le trasferte degli ultras, la rinascita del settore giovanile con il coinvolgimento delle scuole, il ripristino del torneo Caligaris”. 

Aggiunge Russo: “Se il nostro progetto non fosse serio un allenatore come Salvatore Iacolino non ci metterebbe la faccia, senza tutte le coperture finanziarie, tecniche e ambientali. Mettiamo la nostra onestà e la nostra serietà davanti a tutti voi. E abbiamo uno sponsor: un'importante azienda piemontese ci ha già assicurato un contratto per i prossimi cinque anni”. 

La trattativa con Coppo è in corso e su questo Giovanni Bachis è piuttosto sibillino: “Gli ho parlato ieri sera e mi ha detto che, se fosse per lui mi avrebbe già ceduto la società, però non dobbiamo convincere lui ma altre persone... Comunque aspettiamo una sua risposta fino a lunedì sera, in caso contrario ce ne andremo da Casale e torneremo solo per vedere qualche partita”.

Redazione On Line
Ricerca in corso...