"Streghe" al Teatro Verdi di Pontestura

Sabato 23 aprile, alle 21, lo spettacolo a cura di Rete Teatri

PONTESTURA

Rete Teatri, progetto di valorizzazione ed incremento degli spettacoli dal vivo in comuni di piccola e media dimensione, presenta sabato 23 aprile, alle 21, Teatro Verdi di Pontestura lo spettacolo "Streghe - Una storia di terrore, violenza e potere in Piemonte" di Paolo La Farina.

Dopo due anni di repliche di successo con oltre venti rappresentazioni sul territorio, e dal quale è stato tratto anche un libro dedicato allo spettacolo “Streghe” è uno spettacolo ispirato a fatti storici realmente accaduti a Spigno, in Valle Bormida, nel 1631, al tempo dell’epidemia di peste che decimò una popolazione già provata da continue devastazioni, carestie e violenze, da parte di un Potere, sia laico che clericale, dedito alla conquista e al mantenimento di interessi politico-economici.

La ricerca di un capro espiatorio su cui scaricare la colpa di ogni male cade su 15 sventurati contadini, in maggioranza donne, ma anche uomini, “diversi” per abitudini e forma di pensiero, in alcuni casi inclini ad adoperare l’antica saggezza medica per puro spirito di solidarietà o per trovare una propria collocazione nel mondo, avendo l’illusione di sfuggire a una vita di soprusi senza via d’uscita.

“Streghe” delinea il contesto storico, gli ambienti, i personaggi e, soprattutto, le analogie con il presente: la spasmodica caccia a un nemico, il “diverso” da perseguitare, la donna da “punire e dominare”, la malattia, il male da esorcizzare, individuando un colpevole da giustiziare per il “bene” della comunità.

In scena Paolo La Farina, Monica Massone, Michela Marenco e la musica dal vivo del M.o Benedetto Spingardi.

Ricerca in corso...