CLOSE X

"La locanda Almeyer" allo Stardust Theater

Sabato 17 e domenica 18 dicembre, alle 21, andrà in scena la commedia sentimentale nell'ex- coro Santa Chiara

CASALE MONFERRATO

Sabato 17 e domenica 18 dicembre, alle ore 21, andrà in scena la commedia sentimentale La locanda Almayer, per la regia di Claudia Giaroli, tratta dal celebre romanzo di Alessandro Baricco “Oceano Mare”.

La locanda Almayer sorge sulla riva del mare. Se si chiede alla gente, però, nessuno sa dove si trova davvero. È un luogo bizzarro, dove le persone approdano quasi per caso e ci restano perché desiderano. Desiderano guarire, desiderano trovare la strada, trovare l’amore, trovare il coraggio di vivere. O di morire. È gestita, curiosamente, da bambini, che hanno però una saggezza e una profondità di pensiero che nessuno degli adulti che frequenta la locanda avrà mai.

E poi c’è la settima stanza. Quella con la donna misteriosa, di cui si sente solo la voce, che racconta il dipanarsi degli eventi e lo scorrere del tempo.

Qui, in questo luogo dell’anima, sospeso fra sabbia e mare, fra tempo e realtà, si intrecciano le vicende dei diversi avventori, in una trama di emozioni e sensazioni.

La locanda Almatyer è un mix di emozioni e sensazioni, scandite da dialoghi, scenari e immagini che quasi si proiettano nella mente del pubblico che si immerge in questa ammaliante rappresentazione.

Alla locanda si ritroveranno diversi personaggi: Plasson, ambizioso pittore che dipinge i suoi quadri esclusivamente con l’acqua salata, passando intere giornate sulla riva, con il pennello in mano, alla ricerca degli occhi del mare; il Professor Bartleboom, ideatore di un’enciclopedia sui limiti. Egli, inoltre, scrive puntualmente anche delle lettere d’amore in cui descrive le sue giornate, da consegnare alla donna che, un giorno, conquisterà il suo cuore; Elisewin, aristocratica ragazza ipersensibile, che ritroverà nel mare l’ultima speranza di guarigione dalle sue innumerevoli paure.

Alla fine, riuscirà a contrastarle grazie all’amore; lei è accompagnata dal suo tutore Padre Pucle, un bizzarro sacerdote continuamente in dubbio sulla sua vocazione e autore di strane preghiere; Madame Deviera, mandata alla locanda dal marito, affinché “guarisca” dall’adulterio; Adams, un uomo molto emblematico, il cui vero nome è Thomas, marinaio assetato di vendetta per la morte dell’amata.

Egli ha vissuto una drammatica esperienza: è un superstite del naufragio del’Allance, dal quale si salvarono, su una zattera degli orrori, solo quindici uomini; infine Savigny, un medico anch’esso sopravvissuto al naufragio, vittima e carnefice di orrori da cui non riesce a liberarsi.

La rappresentazione termina con degli eclatanti e inaspettati colpi di scena, e con il ritorno dei protagonisti, adesso più consapevoli di sé, alla loro realtà, mentre la locanda Almayer si dissolve nell’aria come non fosse mai esistita, trascinandosi dietro le vicende di quegli uomini, figli e martiri del mare, un mare che alla fine, nel bene e nel male, aveva restituito ciò che aveva tolto, e donato ciò che non aveva ancora concesso.

Per prenotazioni: 3427891464. Costo biglietto 12 euro.

Ricerca in corso...