A Cella Monte torna il tradizionale Maggiociondolo

Sabato 7 maggio, alle 17.30, nella chiesetta di Sant'Antonio il primo concerto. Domenica 8 c'è anche l'esposizione dell'artista Ornella Gario

CELLA MONTE

Grande attesa a Cella Monte per la nuova edizione dello storico Maggiociondolo. La manifestazione è realizzata dal Monferrato Classic Festival,sotto la direzione artistica di Sabrina Lanzi, in collaborazione con il Comune di Cella Monte. Designato come uno dei borghi più belli d'Italia per i preziosi infernot, l'alto valore artistico delle sue locazioni, il paese fiorito per eccellenza anche quest'anno ospiterà la rassegna musicale più antica del territorio monferrino.

Percorrendo la pittoresca via centrale si giunge alla Chiesetta di Sant'Antonio,ora Auditorium, dove i concerti di maggio prenderanno il via sabato 7, alle ore 17,30.

La kermesse di appuntamenti si aprirà proprio con il "Maggiociondolo Junior", novità di questa edizione 2022 che vedrà come protagonisti tre giovanissimi pianisti per proseguire poi, durante tutte le domeniche pomeriggio del mese, con i talenti selezionati dal direttore artistico.

"Credo sia importante, in questa nuova edizione - comunica il direttore artistico Sabrina Lanzi - lasciare un piccolo spazio anche a giovanissimi studenti ricollegandosi appieno con la filosofia che ha mosso sin da subito l'esordio del Maggiociondolo. Grazie a Fiorella Coppo, a partire dagli anni '80, i giovani venivano molto presto sollecitati ad esibirsi in brevi performances proprio nella Chiesetta di Sant' Antonio. Molti di loro sono poi divenuti concertisti e musicisti stimati in tutto il mondo. Succede anche con il MCF, vorrei ricordare il primo concerto a Cella Monte nel 2014, con l'esibizione di Filippo Gorini che, poco dopo, vinse un importantissimo concorso pianistico ed ora è un grande nome sulla scena concertistica internazionale. Cella Monte e la Chiesetta di Sant'Antonio porta molta fortuna ai musicisti che vi si esibiscono!"

Gli appuntamenti sono per il prossimo weekend del 7 e 8 maggio con i pianisti Valle, Coassolo, Furini e Corbetta. Il 15 maggio con il giovane Giorgio Colleoni, il 22 maggio con il duo clarinetto e pianoforte di Valeria Lupi e Marco Prevosto.

L'ultimo concerto è previsto per il 29 maggio con Matteo Pinna. I concerti inizieranno tutti alle ore 17,30.

E, con il Maggiociondolo, riprende pure la collaborazione con l’architetto Maria Grazia Dapuzzo che, in occasione dei concerti, invita artisti del territorio ad esporre le loro opere.

Domenica 8 maggio Dapuzzo invita l’artista di Genova, con origini piemontesi (Ivrea),Ornella Gario ad esporre le sue opere informali.

Le opere di Ornella Gario saranno visibili per tutto il mese di maggio durante i concerti di MCF.

Ricerca in corso...