Johnny Zaffiro sfiduciato, non è più il segretario cittadino del Pd

Il suo commento a caldo: "Spiace che a qualcuno il lavoro fatto non sia piaciuto: ma ai bambini, per farli crescere, va garantito il diritto al gioco. Speriamo diventino adulti responsabili"

CASALE MONFERRATO

Johnny Zaffiro non è più il segretario del circolo cittadino del Partito Democratico. Eletto a fine novembre, quindi appena cinque mesi fa, è stato sfiduciato da una mozione presentata dalla maggioranza dei membri del direttivo: si va così verso un nuovo commissariamento e un nuovo congresso, che eleggerà il nuovo commissario.

Questo il commento a caldo di Zaffiro, non privo di una punta di sarcasmo: "Per fortuna esistono i partiti e i partiti regolano le proprie divergenze interne attraverso i congressi. Sarebbe molto peggio se i segretari, anziché i congressi, li scegliessero colpi di mano all’interno di piccoli organismi, magari aiutati da qualche cambio di casacca".

"Quindi il PD dopo pochi mesi rifarà il proprio congresso, che mi aveva eletto. Pazienza. Spiace che a qualcuno il lavoro fatto in questi mesi non sia piaciuto e non sia stato apprezzato: ma ai bambini, per farli crescere, va garantito il diritto al gioco. Speriamo poi diventino adulti responsabili".

Ricerca in corso...