"Il Pd è sempre lo stesso e non cambierà mai: litigano fra di loro invece di pensare al bene della città"

Intervento dei quattro capigruppo di maggioranza (Gianni Farotto, Alberto Drera, Benedetto Riccobono e Francesco Mazzucco) sulla sfiducia al segretario Pd Johnny Zaffiro

CASALE MONFERRATO

La maggioranza di centrodestra che governa la città interviene sulla notizia della sfiducia al segretario cittadino del Pd Johnny Zaffiro ad opera del direttivo dello stesso partito, con questa nota condivisa dai quattro capigruppo (e quindi Giampiero Farotto di Fratelli D'Italia, Alberto Drera della Lega, Benedetto Riccobono di Forza Italia e Francesco Mazzucco della lista civica Difesa e Ripresa) che pubblichiamo integralmente.

"Il principale partito di opposizione - scrivono i quattro capigruppo - a pochi mesi dall’insediamento sfiducia platealmente il suo Segretario. Incapaci di trovare fra loro una sintesi a 24 mesi dalle elezioni, come possono candidarsi a governare la città? La compattezza di un Centrodestra casalese, che permette alla città di migliorare costantemente, è la risposta alle loro inutili e demagogiche pretese di insegnare agli altri come far politica, che costantemente ascoltiamo durante le sedute del consiglio comunale".

"Si ripropone lo schema che già aveva bloccato l’allora amministrazione Palazzetti, quando incapaci di accordarsi fra le loro correnti interne, avevano messo in stallo la città. Nulla è cambiato e nulla cambierà nel prossimo futuro, impegnati a litigare fra di loro non potranno mai pensare al bene della città".

"E pensare che dicendosi democratici dovrebbero per primi rispettare ciò che esce dalle urne, anche interne alle sezioni, ma così probabilmente non è che pensano la politica. Le lotte interne al PD delineano bene, già oggi, come in futuro l’inadeguatezza della minoranza saprà presentarsi ai cittadini".

Ricerca in corso...