CLOSE X

"I problemi del pronto soccorso rimarranno gravi"

Intervento del segretario regionale di Rifondazione Comunista ed ex consigliere regionale Alberto Deambrogio

CASALE MONFERRATO

Da Alberto Deambrogio, segretario regionale del Partito della Rifondazione Comunista -Sinistra Europea Piemonte, riceviamo e pubblichiamo integralmente questo intervento sulla situazione dei pronto soccorso: "Le recenti dichiarazioni del direttore dell'Azienda Zero, Picco, sono quelle di chi cerca di coprire l'inefficacia di Cirio e Icardi. I problemi del pronto soccorso rimarranno stabilmente gravi. Si tratta di provvedimenti ormai al limite. Provano a raschiare il barile".

"Pensare di ottenere 10% di ricoveri in più con gli incentivi al personale è una mossa pericolosa. Intanto mancano fisicamente gli spazi. Si stanno già coprendo tutti i "buchi" collocando i pazienti spesso fuori reparto. In seguito significa pensare che, pagando gli operatori, potrebbero fare di più. Gli ospedali sono pieni di vecchi fragili con problemi complicati e con elevato bisogno di assistenza (da imboccare, lavare, mobilizzare, sedare, ecc)".

"Penso che incentivando si spingerà qualcuno (che magari ha bisogno) a lavorare più in fretta ma a scapito della qualità".

"Lo stesso per l'ampliamento dei letti privati: stiamo parlando di qualche decina di letti in più. Significativo che facciano esporre Picco che, a sua volta, dà tutta la colpa al passato".

"Certo ci sono decenni di disattenzione e tagli portati avanti in modo strisciante, ma è evidente che questo governo non ha alcuna intenzione di porvi rimedio e che la nostra giunta non ha nemmeno il coraggio di chiederlo".

Ricerca in corso...