Volontari per l'arte: sabato 10 luglio il secondo incontro presso la chiesa di Sant'Antonio

Sabato scorso il primo appuntamento nella piccola ma preziosa chiesa di San Pietro Martire (conosciuta a Casale con la titolazione di Santa Rita)

CASALE MONFERRATO

Si è tenuto sabato 3 luglio la prima delle 10 uscite di formazione promosse dall'associazione Antipodes ODV dedicate ai volontari per l'arte. Il primo incontro si è svolto nella piccola, ma preziosa chiesa di San Pietro Martire (conosciuta a Casale con la titolazione di Santa Rita) le cui vicende storiche furono strettamente legate all'attività dell'omonima confraternita che in origine aveva un proprio altare presso la chiesa di San Domenico.

Acquisendo importanza la confraternita costruì un proprio oratorio il primo nucleo della quale fu consacrato nel 1529 dal vescovo Bernardino Castellaro.

L'incontro, condotto dalla dottoressa Manuela Meni, ha rappresentato una stimolante occasione di approfondimento delle principali vicende storiche e artistiche legate all'edificio: dalla commissione, nel corso del '600, del ciclo di affreschi di scuola moncalvesca e dell'altare barocco anticamente sormontato da una pala di Guglielmo Caccia alle importanti opere di ampliamento dell'area avvenute nel secolo successivo.

Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 10 luglio sempre alle ore 10.00 presso la chiesa di Sant'Antonio di Casale (via Leardi). L'edificio, di proprietà dell'ordine francescano fino al 2020, rappresenta un gioiello di significativa bellezza per la diocesi casalese custodendo diverse opere di pregio tra le quali il polittico cinquecentesco raffigurante la "Genealogia della Vergine" realizzato dal pittore astigiano Gandolfino da Roreto.

Per info e prenotazioni scrivere via mail ad antipodescasale@gmail.com oppure telefonare al 392.9388505,

Ricerca in corso...