'Marne del Monferrato casalese, tra passato e presente'

Folto pubblico al convegno al Leardi

CASALE MONFERRATO

Si è svolto sabato 15 ottobre, presso una gremita aula magna “Natal Palli” dell’Istituto Superiore Statale “Leardi” il convegno “Marne nel Monferrato Casalese. Pietra da cantoni e marna da cemento tra passato e presente”, organizzato dall’Ecomuseo della Pietra da Cantoni e dell’associazione culturale OperO – Opero per Ozzano. Il convegno ha riscosso un grande interesse da parte di un pubblico di appassionati, ma anche di molti professionisti, studenti ed ex allievi di Palazzo Leardi.
Dopo i saluti istituzionali del dirigente scolastico Carla Rondano e del consigliere regionale Marco Botta, si sono susseguiti una serie di interventi incentrati sulla descrizione dei due materiali così presenti sul nostro territorio e che hanno tanto caratterizzato la nostra storia.

Il geologo Alfredo Frixa ha affrontato il significato geologico Marne del Monferrato Casalese, la dottoressa Sabrina Bonetto dell’Università di Torino ha invece illustrato gli aspetti tecnici delle specifiche coltivazioni delle principali risorse estrattive del Casalese. E’ stata poi la volta del  presidente di OperO, Ezio Foresto, che si è soffermato sugli aspetti legati alla vita e all’attività dei minatori, in particolare sulla realtà ozzanese. Hanno chiuso la prima parte dei lavori i docenti del “Leardi” Ilenio Celoria e Paolo Ceresa con un excursus su esperienze e progetti effettuati ed in svolgimento sui Casòt ed infernot in Pietra da Cantoni.

Il convegno è poi ripreso con l’intervento del prof. Carlo Caldera, docente del Politecnico di Torino, sui sistemi delle tecniche e dei materiali a disposizione per la conservazione ed il restauro dei monumenti di archeologia industriale. Hanno fatto seguito gli intervenuti dell’architetto Teresa Rossi, che ha invece descritto gli elementi dell’edilizia tradizionale in pietra da cantoni, e del geometra Gianni Ottone, progettista e direttore dei lavori di Palazzo Volta - centro di documentazione dell’Ecomuseo della Pietra da Cantoni. Attraverso alcune immagini ha portato i partecipanti in quello che è stato il cantiere di un importante intervento di recupero edilizio. Ha concluso il convegno la professoressa Maria Consolata Buzzi, presidente dell’Associazione Il Cemento”, affrontando il tema dell’archeologia industriale del cemento.

In contemporanea al convegno, e nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, nel corridoio del piano nobile di Palazzo Leardi è stata allestita l’accurata e dettagliata mostra (ha riscosso unanimi consensi ed apprezzamento da parte dei visitatori) dei cimeli storici raccolti e conservati dal Circolo Filatelico e Numismatico di Casale con l’esposizione di francobolli, manoscritti (tra l’altro quelli dei padri della patria Cavour e Mazzini),storia delle Poste italiane, annulli postali e altri cimeli che raccontano la Storia italiana lunga un secolo e mezzo.

Carlo Biorci
Ricerca in corso...