La mostra "Tavolozza settembrina" con gli artisti del Ravasenga

Si è svolta sabato 17 settembre nei Portici Lunghi

CASALE MONFERRATO

Si è svolta ieri, sabato 17 settembre, nell’ambito della 61maFesta del Vino e del Monferrato Unesco, la rassegna “Tavolozza settembrina” organizzata dal circolo culturale Piero Ravasenga e patrocinata dal Comune di Casale e in collaborazione con l’Assessorato al Turismo e Manifestazioni..

Sotto le arcate dei Portici Lunghi di Via Roma sono state esposte le opere degli artisti del Ravasenga.

E’ una proposta che il Circolo Culturale “Piero Ravasenga” propone, da diversi anni a questa parte, quale manifestazione collaterale alla Festa del Vino.

L’arte si abbina al momento di festa e si appropria, in un certo senso, di una delle vie storiche di Casale che comunemente viene vissuta come luogo di passaggio e, più di rado, goduta come autentico salotto all’aperto o attraente scenario di eventi culturali.

I Portici Lunghi sono così diventati vetrina dell’espressione pittorica e scultorea della gente di questa terra. Il Monferrato manifesta la sua vivacità intellettuale anche attraverso queste forme di creatività che raffigurano un territorio ricco di proposte la cui caratteristica più interessante è il provenire da artisti non professionisti che dimostrano la loro passione per il contatto con la gente, nel “portare l’arte in piazza” e condividerla con chi vive la città nei giorni di svago.

Questi i nomi degli artisti partecipanti a “Tavolozza settembrina”: Ernesto Accornero, Pier Franco Aimo, Manu Arjuna, Francesco Berruti, Ivaldo Carelli, Cavalli Gianpaolo, Simona Cici, Giuliana D'Adda, Paolo Enrico, Giovanna Defrancisci, Carla Gamba, Leonardo Ippolito, Raffaella Marotto, Franco Morbello, Alessandro Nardin, Ermes Oppezzo, Massimo Patrucco, Maria Pelizzaro, Nicoletta Peruggia, Fernanda Pessina, Maria Rosa Roggero, Enrico Sperone, Guglielmina Scagliotti, Maria Pia Talio, Piero Zannol.

Ricerca in corso...