La scomparsa di Angelo Mancini, medico impegnato nella lotta all'amianto

Aveva redatto i protocolli per le bonifiche, soprattutto per quella del polverino, mai tentata prima a livello mondiale. Avevo 68 anni

CASALE MONFERRATO

Ha suscitato profondo cordoglio la notizia della scomparsa, avvenuta nel pomeriggio di ieri all'ospedale di Novara, venerdì 2 aprile, di Angelo Mancini, medico del lavoro (era stato responsabile anche dello Spreasal) ma conosciuto soprattutto per il suo grande impegno nella lotta all'amianto.

Aveva redatto i protocolli per le bonifiche, soprattutto per quella del polverino, mai tentata prima a livello mondiale.

Anche per merito suo la lotta all'amianto non è rimasta sterile protesta, ma anche nei momenti più difficili ha contribuito concretamente alla bonifica del territorio.

Era stato anche consulente del pool di Raffaele Guariniello al maxiprocesso Eternit. Aveva 68 anni.

Ricerca in corso...