CLOSE X

Un piano per rilanciare il turismo tramite la mobilità sostenibile

La proposta di Fabrizio Novikov, promotore del turismo ciclabile

CASALE MONFERRATO

(Nella foto: Fabrizio Novikov)

Sul lago di Garda nel regno del divertimento tra parchi naturali e le anse del Mincio, il ministro del turismo Massimo Garavaglia ha fatto tappa nel Veronese (lunedi 27 giugno) per visitare i parchi tematici, ma anche per incontrare amministratori e portatori di interesse del turismo lento e ciclabile dalla Valpolicella all'Est, per chiudere in bellezza in uno dei borghi più belli d’Italia: Borghetto sul Mincio. Ad accoglierlo il sindaco di Castelnuovo del Garda, Giovanni Dal Cero, la deputata valeggiana Vania Valbusa, l'europarlamentare Paolo Borchia e il consigliere regionale Filippo Rigo,esponenti della Lega e Fabrizio Novikov promotore del turismo ciclabile.

Il ministro ha incontrato poi i referenti dei parchi Gardaland, Movieland e Caneva world, che ha visitato, e anche del Parco Natura Viva. C'erano anche amministratori di Valeggio, Soave e Sant'Ambrogio di Valpolicella. Garavaglia è venuto in primis per visitare i parchi tematici nell'ottica di inserirli nel piano strategico per un «turismo dei parchi di divertimento». Ha affrontato anche le tematiche, già sollecitato di recente a L'Arena da Dal Cero, di una formazione scolastica specifica in questo ambito turistico. Garavaglia e gli esponenti si sono trovati all’interno del Rock StarRestaurant dove si è discusso sulle varie tematiche di sicurezza e della promozione del territorio.

Il ministro si è poi diretto a Borghetto, dove si è affrontato un argomento molto discusso in questo periodo: il turismo lento o meglio detto da Novikov Turismo Ciclabile. Un’occasione per il Ministro del Turismo per evidenziare come itinerari come quelli della Via Francigena siano un importante volano per lo sviluppo di un turismo territoriale e sostenibile in grado di coniugare mobilità dolce con borghi storici e comunità locali.

Garavaglia come sottolineato già in più occasioni “Un turismo autentico fatto di persone e di straordinarie eccellenze in grado di promuovere la rinascita economica di tanti territori. Un turismo che sta prendendo sempre più quota e che da fenomeno di nicchia sta diventando un vero e proprio fenomeno di massa che potrà dare impulso alla ripartenza dell’Italia”. Un settore che può crescere. Secondo il ministro, infatti, “per promuovere il cicloturismo, che in Italia sta avendo numeri fenomenali, se pensiamo che in Italia vale 5 miliardi. Poi però guardiamo la Germania, dove ne vale 20, e ci rendiamo conto delle enormi potenzialità che abbiamo: abbiamo tutto, dal clima al paesaggio, dobbiamo solo organizzarci. Noi come ministero abbiamo fatto una cosa semplicissima ma di sistema, un protocollo con l’Enel di ricarica per l’e-bike lungo tutta la via Francigena. È solo l’inizio“. Va quindi potenziato. E il Garda e l'entroterra, come le colline veronesi, sono, agli occhi di Garavaglia, un territorio che offre molto e che deve investire di più in promozione. 

 (Nella foto, da sinistra: Novikov, Dal Cero, Borchia, Garavagna e Valbusa)

Un territorio in continua espansione spiega Novikov sotto la voce di Turismo Ciclabile: “sono già passati 10 anni da quando ho incominciato a parlare di cicloturismo nella mia città adottiva di Casale Monferrato. Mi ricorda la prima collaborazione con il progetto VENTO di Paolo Pileri e insieme a Dario Zoccol’alloradirettore del Parco del Po e dell’ Orba per la riqualificazione del Bosco della Pastrona e la nascita del percorso permanente KINTANA. Da allora il percorso formativo è stato ampio, sono arrivate molte collaborazioni fino al mio trasferimento nel Gardesano che ora mi portano a promuovere un territorio cosi vasto e nello stesso tempo ricco di contenuti”. Queste le parole del vercellese Fabrizio Novikov, classe 1976, ex corridore di Mtb e Gestore della ex attività Bike‘n Foot di Casale Monferrato, dopo diverse iniziative nel mondo del cicloturismo nel territorio Monferrino si è dedicato a una promozione turistica del territorio che l’hanno portato al trasferimento sul lago di Garda dove incomincia una attività prevalentemente di promozione dedicata al turismo ciclabile INFO GARDA BIKE .Continua Novikov: ”la nostra attività svolge il compito di quella informazione mancante, sulla scoperta del territorio, dei suo borghi e cenni storici, tutto in sella a una bicicletta: questo noi lo definiamo Turismo Ciclabile. Le domande sono in continua crescita e noi siamo pronti a ulteriori collaborazioni. È stato molto proficuo l’incontro con il ministro del turismo Massimo Garavaglia, perché ci si è confrontati su varie tematiche, come sul turismo ciclabile che sarà la chiave per una ripartenza turistica del territorio, citando diversi esempi già soddisfacenti”. I progetti? “Stiamo già lavorando su un progetto che vuole mettere in condivisione i territori dove il turista sarà il protagonista di questa nuove esperienza. Anche questo è Turismo Ciclabile e si pensa anche molto a un rilancio turistico in grande scala per il territorio Monferrino, dove sono ancora fortemente legato”.

Un progetto che ha trovato fin da subito l’interesse del Comune di Casale Monferrato: “Ho incontrato Fabrizio proprio a Movieland – ha ricordato il Capo di Gabinetto Enzo Amich -, dove ho sostenuto le sue iniziative perché siamo convinti che il turismo del nostro meraviglioso Monferrato Unesco passi proprio dalla valorizzazione dei nostri paesaggi, attraverso quelle attività slow che sappiano risaltare il ricco patrimonio in essi contenuti. Panorami unici, enogastronomia d’eccellenza, un’offerta storico, artistico e culturale tra le più importanti dell’intera Regione: questi sono Casale e il suo Monferrato. E con la giusta sinergia tra pubblico e privato, come ci insegna per esempio il consorzio GranMonferrato, si potranno mettere in campo delle importanti strategie. Per questo motivo l’incontro con Fabrizio è stato molto interessante: avere una visione comune, infatti, permetterà di realizzare e proporre progetti che mettano al centro quel Turismo Ciclabile sempre più in espansione anche tra le nostre colline”.

Altro tema è stato quello del digitale: il ministero lavora alla progettazione di una App per mettere in rete gli operatori del settore e indicare al turista cosa fare e dove andare per visite non più mordi e fuggi, ma ne lsegno di soggiorni prolungati. Ad accompagnare il Ministro, l’europarlamentare Paolo Borchia, la deputata veronese Vania Valbusa e Sindaco di Castelnuovo del Garda Giovanni Dal Cero con lui Fabrizio Novikov promotore di turismo ciclabile.

Ricerca in corso...