Tanti turisti sul treno storico proveniente da Milano

Arrivati in mattinata grazie all'iniziativa promossa da Comune e Fondazione Fs, trascorreranno la giornata visitando la città

CASALE MONFERRATO

Tantissimi turisti, molti dei quali giovani, sono giunti questa mattina, domenica 18 settembre, alla stazione di Casale Monferrato, sul treno storico (un convoglio composto da una locomotiva diesel e cinque vetture tipo 45000) partito da Milano Porta Garibaldi, con tappe intermedie a Milano Lambrate, Milano Rogoredo, Pavia, Garlasco e Mortara, per un iniziativa organizzata dal Comune di Casale Monferrato e dalla Fondazione Fs.

Si tratta, in pratica, del primo viaggio dopo dodici anni sulla tratta Mortara - Casale Monferrato, chiusa nel 2010, e ci si augura che questo viaggio sia un buon auspicio per la definitiva riapertura che, secondo quanto promesso dal presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, dovrebbe avvenire nell'autunno 2023.

A bordo, saliti alla stazione di Mortara, anche il sindaco Federico Riboldi, l'assessore ai Trasporti Daniela Sapio e il consigliere comunale di Italexit Alessandro Abbate, che fu il primo a proporre questa iniziativa.

Ad accoglierli tanti casalesi, che sono poi saliti per visitare il treno storico. Per molti è stato un amarcord, un tuffo nel passato: "Mi ricordo - ci ha raccontato un signore - quando da giovane prendevo sempre questo tipo di treno per venire a Casale Monferrato a fare il militare".

I turisti invece, una volta scesi, hanno potuto visitare liberamente le bellezze architettoniche e culturali della città, oltre a scoprire i gusti e i sapori della Festa del Vino del Monferrato Unesco al Mercato Pavia, dove trentuno Pro Loco propongono i più interessanti piatti della tradizione culinaria del territorio, il tutto accompagnato dalle eccellenze vitivinicole della Capitale della Doc.

Circa 25 di loro hanno scelto di aderire alla visita guidata, condotta da Manuela Meni di Orizzonte Casale.

Ricerca in corso...