Perché le piccole imprese in Italia dovrebbero avere un sito web

È sempre più frequente anche tra chi ha già un lavoro stabile, per esempio come lavoratore dipendente, pensare di mettere in piedi un’attività in proprio per cercare un’ulteriore entrata economica

CASALE MONFERRATO

È sempre più frequente anche tra chi ha già un lavoro stabile, per esempio come lavoratore dipendente, pensare di mettere in piedi un’attività in proprio per cercare un’ulteriore entrata economica. L’obiettivo iniziale potrebbe essere quello di arrivare ad accumulare anche delle piccole somme mensili, utili però per togliersi qualche capriccio in più. In un secondo momento, se l’idea piace ai clienti e gli affari prendono una piega positiva, arriverà il momento in cui si dovrà pensare ad avere un proprio sito web, puntando più in alto e decidendo di strutturarsi anche dal punto di vista comunicativo e di presenza digitale.

 

Per una piccola impresa, i vantaggi di avere un proprio sito online sono innegabili, perché con l’intuizione giusta, un capitale iniziale contenuto e tanta voglia di fare, il mondo digitale permette a tutti di potersi ritagliare uno spazio sul mercato online per acquisire nuovi clienti e togliersi delle belle soddisfazioni. A maggior ragione in questo periodo, in cui avere una sede fisica si traduce in spese e bollette molto care.

Acquisisci credibilità e autorevolezza sul mercato

È innegabile: ogni qualvolta ci si imbatte in un brand o in un logo per la prima volta, una delle prime azioni che si compie è cercare informazioni sul web. Se le notizie scarseggiano, oppure si trovano solo “per vie traverse”, si è già portati a pensare che quella che ci troviamo davanti non sia una realtà strutturata e affidabile. Se invece esplorando il web si arriva su un sito ben fatto, curato, con numerosi contenuti sempre aggiornati e dalla veste grafica professionale, il punto di vista cambia radicalmente.

C’è la possibilità di competere anche con i grandi

Le grandi realtà che sono presenti da anni sul mondo digitale probabilmente resteranno irraggiungibili per la stragrande maggioranza delle imprese che si affacciano solo adesso su internet, ma è pur vero che a favore dei “piccoli” giocano due fattori importanti: la ricercatezza e l’esclusività. Forse i servizi delle realtà più modeste non possono competere con la potenza delle grandi società, ma hanno la possibilità di poter offrire ai propri clienti un servizio praticamente su misura. Poter raccontare questa peculiarità attraverso il proprio sito web permette di portare a casa qualche bella vittoria anche su realtà decisamente più strutturate.

Con un e-commerce si può vendere in qualsiasi momento del giorno e della notte

Non basterà mettere online un sito e fare qualche foto ai prodotti che si deciderà di mettere in vendita. Un e-commerce è un’attività impegnativa, ma che può regalare tante belle soddisfazioni. Per prima cosa è fondamentale scegliere con cura cosa vendere, per esempio esplorando nicchie poco battute dai competitor ma che hanno un buon margine di crescita. Sarà poi importante mettere in risalto le caratteristiche di ogni oggetto o servizio, così da catturare l’attenzione degli utenti e convincerli all’acquisto.

Non finisce qui, perché le vetrine dovranno essere sempre aggiornate, proprio come in un negozio reale. C’è però una gigantesca differenza: un e-commerce è attivo ventiquattr’ore su ventiquattro, sette giorni su sette. In più, porta con sé numerosi altri vantaggi. Se la macchina inizia a girare, c’è la possibilità di poter arrivare anche a importanti soddisfazioni economiche.

Con un sito in inglese si possono raggiungere clienti in tutto il mondo

A seconda della categoria merceologica dell’impresa, si può valutare anche la possibilità di realizzare il sito anche, o esclusivamente, in lingua inglese. Il vantaggio, neanche a dirlo, è la moltiplicazione dei clienti che è possibile raggiungere. In fase di ideazione e realizzazione del proprio sito web, è importante non trascurare questo fattore che potrebbe fin da subito fare la differenza anche rispetto ai competitor diretti, portando persino una piccola impresa su uno scenario internazionale decisamente più ampio.

Chiedere una recensione dà un vantaggio ulteriore

Negli ultimi anni sono definitivamente esplose e molto spesso sono un fattore decisivo nel processo decisionale di un possibile acquirente: parliamo delle recensioni. Dai ristoranti agli alberghi, dai servizi di car sharing alle lavanderie, ormai gli utenti possono raccontare facilmente a tutti gli altri internauti la loro esperienza, anche sul sito della società stessa. Né più e né meno la versione digitale del vecchio passaparola, che nel mondo fisico ha sempre funzionato benissimo. Sfruttare lo stesso concetto online rappresenta un’occasione da non lasciarsi sfuggire, uno stimolo a fare sempre meglio per avere un dialogo diretto e cristallino con i propri clienti.

Piccole imprese: i vantaggi di avere un sito web sono innegabili

A conti fatti, sembra proprio che avere un sito web rappresenti un’opportunità anche per le piccole imprese, a maggior ragione quelle che stanno attraversando momenti difficili. Con un budget iniziale anche ridotto, ci si può affacciare al mondo digitale e iniziare a sviluppare possibilità che possono rivelarsi davvero importanti. A seconda del tipo di attività, ogni sito avrà caratteristiche e funzionalità diverse, ma la cosa più importante è che sia curato: facilmente navigabile, con contenuti aggiornati e immagini luminose e di alta qualità. Sono tutti fattori che a lungo andare non potranno che dare il loro contributo alla crescita dell’impresa.

Ricerca in corso...