Balzola si costituisce parte civile al processo Eternit Bis

Il sindaco Marco Torriano: "Doveroso e importante essere al fianco delle vittime anche in questo secondo processo per il disastro ambientale provocato dall’amianto"

BALZOLA

Balzola si costituisce parte civile al processo Eternit bis, la cui prima udienza si terrà a Novara in Corte d’Assise la prossima settimana.

“Come Amministrazione – spiega infatti il sindaco Marco Torriano – abbiamo ritenuto doveroso e importante essere al fianco delle vittime anche in questo secondo processo per il disastro ambientale provocato dall’amianto negli stabilimenti in Italia e nei territori limitrofi”.

“Anche Balzola purtroppo ha pianto le sue vittime riconducibili direttamente all’esposizione all’amianto, in questo dramma che ha colpito pesantemente i nostri territori”.

“Oggi si guarda avanti, a un futuro necessariamente deamiantizzato, innovativo e tendente all’obiettivo zero impatto ambientale e sull’argomento abbiamo intenzione di incentivare ulteriormente la popolazione ancora proprietaria di manufatti con copertura in eternit ad intervenire per la rimozione e sostituzione con materiale ecologico”.

“Ricordo molti dei passaggi cruciali di questo lunghissimo iter processuale: il profondo rammarico per il nulla di fatto delle conclusioni del primo processo, l’acceso dibattito relativamente alla proposta di transazione che avevamo ricevuto per uscire dal processo, respinta, l’amarezza, come capogruppo di minoranza, quando era emerso in Consiglio Comunale che Balzola non si sarebbe costituita parte civile in questo secondo processo: oggi si sceglie ancora una volta e lo sarà sempre, di essere al fianco della nostra comunità”.

Ricerca in corso...