Evo Volley, una 'tigre' nel motore: tesserata Camilla Dametto

La forte schiacciatrice ha ottenuto la promozione con il Play Asti ASD

CASALE MONFERRATO

Sono le settimane decisive per la composizione delle squadre che dovranno disputare il prossimo campionato regionale di serie C femminile. Il Direttore Sportivo della EVO Volley, Pietro Del Nero, ha messo a segno il secondo colpo della propria campagna di volley-mercato. Dopo l’arrivo in rossoblu di Viviana Angeleri (ex Garlasco di B1),ecco l’ingaggio di un altro martello di categoria superiore: Camilla Dametto. La batteria delle schiacciatrici di casa EVO sta assumendo contorni tutt’altro che banali.

Camilla Dametto è nata a Giaveno (TO) il 3 novembre del 1994. Attaccante di posto quattro, alta 180 centimetri, vanta un curriculum di tutto rispetto nonostante la giovane età. Cresciuta nel settore giovanile del Chieri, viene tesserata dal Giaveno in A2 nella stagione 2010-11. A gennaio si trasferisce ad Asti dove gioca in B1 e in under 18 agli ordini di coach Rondinelli. Quella juniores ce la ricordiamo bene, perché diede vita a scontri epici a livello di finali regionali proprio con la Junior Casale. Erano i tempi di una vera generazione di fenomeni: Cumino, Neriotti, Fasano e Dametto, solo per citarne qualcuna. Titoli regionali, finali nazionali e poi il trasferimento a Vercelli (2013-14) in serie B2. Beinasco e Marsala le tappe successive nella stessa categoria e nell’estate del 2015 l’approdo ad Alessandria, nella squadra del presidente Pilotti, allenata da Marco Ruscigni.

Fu una stagione da incorniciare per una neo-promossa che propose un gioco veloce, gradevole e redditizio. In quel team, oltre al coach, altre ragazze che Camilla ritroverà alla EVO: Del Nero, Fracchia e Dondi. Dal 2016 al 2018 Dametto ha giocato in B1 con l’Olimpia Ravenna, mentre nella stagione successiva, (quella appena conclusa),è stata determinante nella promozione ottenuta dal Play Asti ASD di coach Bellagotti. Dalla C alla B2, passando dai play-off e dalla vittoria ottenuta ai danni della Mokaor Vercelli.

Camilla Dametto è la giocatrice che sposta gli equilibri. Brava in ricezione, attenta in difesa, alterna in attacco un vasto repertorio di soluzioni offensive, senza disdegnare la cannonata da seconda linea. Sa mettersi a disposizione del collettivo e soprattutto, sa come si vincono i campionati. Per la EVO Volley, un ulteriore salto di qualità.

E’ stata una scelta semplice – commenta Camilla Dametto – dettata dalla conoscenza della società, del coach e di alcune giocatrici. Dopo tante sfide da avversaria, soprattutto nel giovanile, vestirò una delle maglie più blasonate della pallavolo nazionale. E’ la storia del club che lo conferma. Con Marco Ruscigni mi sono trovata benissimo nel campionato di B2 che abbiamo giocato ad Alessandria. Ricordo che fu un torneo complicato, con tante partite difficili da giocare e da preparare. Tecnicamente ed umanamente, Marco ha recitato un ruolo fondamentale in quella salvezza ottenuta senza affanni. Tra le mie prossime compagne ci saranno Fracchia e Del Nero, due ragazze con una grinta incredibile. Con Giorgia mi trovo ad occhi chiusi; la sua qualità nel palleggio è indiscutibile”. Sarà una stagione con grandi ambizioni: “Come è giusto che sia. Ogni campionato fa storia a se; da una parte è vero che l’anno scorso i play-off sono sfuggiti per un punto; dall’altra lo è altrettanto che dovremo guadagnarceli sul campo, ripartendo da zero. Ad Asti abbiamo centrato la promozione partendo in sordina, defilate rispetto a team sulla carta più attrezzati. Poco alla volta abbiamo preso la giusta consapevolezza nei nostri mezzi, ma il segreto del successo è stato raggiungere un equilibrio, in campo e fuori. Non vedo l’ora di iniziare, di conoscere tutte le ragazze e sono sicura che sarà una stagione positiva perché il gruppo ha tutto per far bene”.

Ricerca in corso...