Evo Elledue, tie break amaro a Trecate

Per la squadra monferrino-alessandrina sconfitta 3-2 in casa dell'Igor Volley Novara

TRECATE (NO)

Quarantotto ore dopo la cocente eliminazione subita in Coppa Piemonte, l’EVO Elledue torna in campo per disputare il match valevole per la quarta giornata di campionato. In fondo è un bene che sia trascorso così poco tempo, perché la rabbia accumulata deve trasformarsi in energia positiva al fine di ripartire nella maniera migliore. Al Pala-Agil di Trecate, al cospetto della forte under 16 della Igor guidata dai tecnici Alberti e Falaguerra, le rossoblu si presentano recuperando Chizzotti, ma con la brutta notizia relativa alle condizioni di Chiara Dondi. La schiacciatrice dovrà essere operata e rimarrà fuori da tre a sei mesi.

L’EVO Elledue approccia il match con la seguente formazione: Del Nero, Furegato, Farina, Fracchia, Dell’Oste, Deambrogio e Imarisio (libero). La regista alessandrina avvia la gara con il proprio turno di battuta ed infila un incoraggiante 0-7 per se e per le proprie compagne. L’Igor carbura dopo il time-out con Bianchini mattatrice da posto quattro: 4-7. Sul punteggio di 5-10 Alessandria manca una facile occasione, ma per fortuna le ragazze di Valeria Alberti non colgono la ghiotta opportunità per rientrare nel set. Del Nero con una magia apre un’autostrada a Furegato da seconda linea e l’opposto nativo del capoluogo di provincia piazza il colpo del 6-13. L’Igor va a bersaglio con il muro di Badalamenti (12-15) e coach Ruscigni è costretto ad interrompere il gioco. Fase confusa, con un paio di decisioni arbitrali che scontentano la panchina novarese. Crespi per Frigerio (in battuta) sul punteggio di 15-19 per Alessandria. Quattordici errori-punto sono troppi da gestire per qualsiasi squadra, figurarsi per un team giovane come quello di coach Alberti. Quando Alice Dell’Oste sistema il diagonale all’incrocio delle righe in posto cinque, il tabellone indica 16-25 per la formazione ospite.

L’EVO ha giocato con grande intensità difensiva e con precisione in attacco. Ora è necessario far fronte alla reazione di una Igor che statisticamente non può continuare a sbagliare così tanto. Novara inizia decisamente meglio la seconda frazione (5-2) e l’EVO Elledue Alessandria ritrova la parità a quota sette con un muro di Farina. Deambrogio è in serata, suo il diagonale nei tre metri che vale il sorpasso rossoblu: 8-9. Si lotta punto a punto con una qualità di gioco che aumenta visibilmente. Break di tre a zero per le padrone di casa e time-out ospite sul 13-10. Con pazienza la Elledue rientra (13-13) e mette la freccia con Deambrogio da seconda linea: 14-15. La prestazione difensiva di Imarisio è mostruosa e molti degli errori commessi in attacco dall’Igor sono figli di una frustrazione che cresce con i salvataggi in serie operata dalla Giorgia in rossoblu. Time-out Novara sul 15-18. Bianchini picchia duro da posto quattro, ma l’EVO gestisce il cambio palla e giunge al 18-21. Del Nero “smarca” Furegato per il 19-23 e l’ace di Bianchini riapre tutto sul 22-23. Ora è Ruscigni a chiedere la sospensione discrezionale. Pareggio a quota 23 con Frigerio e mani-out di Furegato per il set-point ospite. Badalamenti lo annulla con un’ottima conclusione in diagonale e Bianchini capovolge la situazione: 25-24. Gatti per Furegato e botta da posto sei di Badalamenti che vale il definitivo 26-24. 

Il contraccolpo psicologico è notevole: 3-0 Igor dopo l’inversione di campo. Sei pari (tocco di Del Nero) dopo una lenta e faticosa rimonta. Anche questo set si gioca punto su punto. Da una parte Bianchini e Garzonio, dall’altra Deambrogio e Furegato; da loro arrivano le giocate migliori. Corino-Gatti per Furegato-Del Nero (14-14),poi arriva un mini-break novarese e Ruscigni ferma tutto sul 16-14. Occasione monumentale per pareggiare sul 18-17 cestinata da Fracchia praticamente senza muro e chiusura del doppio cambio sul 19-18 per Novara. Furegato si presenta con il muro del pareggio e coach Alberti chiede time-out. Bianchini da due è una sentenza, ma l’EVO adesso c’è: muro dell’alessandrina Furegato e punto del 20-21. Del Nero sceglie Fracchia per il 20-23 e la centrale risponde presente. Crespi per Piva (21-23) e muro di Badalamenti per il secondo time-out rossoblu: 22-23. Rocambolesca l’azione del 22-24 con vibranti e giustificate proteste della panchina di casa che costano una ammonizione. I set-point sono due ed al secondo tentativo Alessandria chiude sul 23-25 riportandosi in vantaggio nel match.

La musica non cambia e anche la quarta frazione è una battaglia. Muro di Farina (6-7),bomba di Bianchini (9-11) e ammonizione per proteste a Fracchia sul 10-13. Del Nero e Dell’Oste provano e mettere ordine nella metà campo della Elledue perché l’Igor Volley sta accelerando per tentare di riacciuffare la partita al tie-break. Corino-Gatti per Furegato-Del Nero quando il tabellone indica il 13-15 per le ospiti. La mossa tattica porta al 14-17 e al time-out di coach Alberti. Farina ha un ottimo tempo a muro su Bianchini (15-19),ma il successivo errore dai nove metri vanifica la prodezza della centrale di Alessandria. Ace di Fabbo e tutto torna in discussione sul 18-19. Ruscigni chiude il doppio cambio sul 18-20 (mani-out di Deambrogio) e l’Igor aggancia il pareggio a quota 20. Un set che sembrava gestibile, obbliga la panchina rossoblu al time-out sul 21-20 per il Novara. Il 27° personale di Bianchini sancisce il 22-21 dell’Igor e la veloce di Frigerio equivale al doppio set-point sul 24- 22. La squadra di casa merita il quinto set e lo raggiunge con il punteggio di 25-22. 

Per l’EVO Elledue si tratta del terzo match (su quattro) che finisce al tie-break. Time-out EVO sul punteggio di 6-3 per la squadra di casa e cambio in regia (Corino per Del Nero) con inerzia ampiamente in favore di Bianchini e compagne. Cambio campo con l’Igor avanti per 8-3. Farina è l’ultima a mollare (9-7) e Valeria Alberti interrompe il gioco chiedendo time-out. Rosso alla panchina ospite ed ennesima topica del direttore di gara che, tutto sommato, ha scontentato tutti a turno. La sanzione costa un punto e sul punteggio di 11-7 l’Igor vede il traguardo. Reazione importante della EVO (12-10) e colpo di coda novarese che vale 4 match-point consecutivi. Deambrogio ne annulla uno, poi ci pensa Badalamenti da seconda linea: 15-11. Il rimpianto, se mai fosse corretto averne uno vista la prestazione delle giovani novaresi, sta tutto in quel set-point gettato alle ortiche nella seconda frazione. Rispetto alla debacle di Coppa, la squadra di Ruscigni ha giocato decisamente meglio. Oggi si è trovata una squadra ben impostata, che gioca una pallavolo ordinata e senza sbavature. Tutte le alessandrine hanno fatto del loro meglio portando a casa una utilissima esperienza in ottica futura.

Igor Volley NO-EVO Elledue-3-2

(16-25 / 26-24 / 23-25 / 25-22 / 15-11)

Igor Volley NO: Bianchini (K) 29, Frigerio 11, Garzonio 15, Badalamenti 22, Valsecchi, Crespi, Conforto, Giorgetta, Fabbo 3, Belletti, Piva 2, Fontana (L),Balzarotti (L). All: Alberti-Falaguerra.

EVO Elledue: Dell’Oste Alice (K) 3, Del Nero 3, Furegato 15, Farina 12, Fracchia 7, Gatti 2, Deambrogio 21, Corino, Falabrino, Imarisio (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Igor 8, EVO Elledue 7.

Errori al servizio : Igor 8, EVO Elledue 7.

Punti a muro: Igor 13, EVO Elledue 8.

Risultati 4^ giornata: Canelli-Santena’95-2-3 Cuneo Granda Volley-Team Volley NO-1-3 Monviso Volley- Libellula Bra-0-3 Novi-TeamVolley Lessona-3-0 Igor Volley-EVO Elledue-3-2 Rivarolo-Oasi Cusio-1-3 L’Alba Volley-La Folgore-3-0

Classifica: Libellula Bra 12, Alba 11, Team Volley NO 10, Oasi Cusio 8, Cuneo e EVO Elledue 7, Igor Volley, Santena’95, Team Volley Lessona e Rivarolo 5, Novi 4, Canelli 3, La Folgore 2, Monviso Volley 0.

Prossimo turno (10-11-2018): Santena’95-L’Alba Volley; Team Volley NO-Novi; Libellula Bra-Igor Volley NO; TeamVolley Lessona-Cuneo Granda Volley; EVO Elledue-Rivarolo (ore 20.30); Oasi Cusio-Monviso Volley; La Folgore-Canelli. 

Ricerca in corso...