Pier Paolo Cornaglia: 'Combattendo contro il covid 19'

Intervento del maestro di karate e campione del mondo Master 2013

CASALE MONFERRATO

Da Pier Paolo Cornaglia, maestro di karate e campione del mondo Master 2013 (fra i suoi titoli: oro ai Campionati del Mondo Master 2013 Italia, Oro all'Open d’Italia Master 2013, Oro alla Coppa del Mondo Master 2015 Giappone, Bronzo ai Campionati Europei Master 2015, Bronzo 2012 – Argento 2014 – Oro 2015 ai Campionati Italiani Master) sulle emozioni suscitate dal proprio sport, in questo periodo in cui la pratica sportiva è fortemente limitata (e in molti casi sospesa) per l'emergenza covid 19.

“Ogni volta – racconta Cornaglia – che mi accingevo a salire sul tatami di gara per combattere iniziavo a studiare il mio avversario, i movimenti, lo sguardo, ogni gesto che mi potesse far scoprire un suo punto debole. Al momento del saluto gli portavo massimo rispetto e ugualmente lui nei miei confronti, non rispettare l’avversario significa “presunzione”… e prima o poi ti porta a commettere la leggerezza che sarà fatale! …durante un combattimento tiri fuori tutto quello che l’allenamento ti ha insegnato, più l’avversario è forte, più ti mette in difficoltà, più devi prendere decisioni immediate, e… non sempre è quella giusta! …a volte arrivi a sfiorare il limite del regolamento per cavartela, ma non lo superi mai… le regole rendono grande la vittoria e onorevole la sconfitta!”

“Il coach esclama consigli a bordo tatami, ma non sempre li percepisci, la pressione attorno è alta, Sei al centro delle urla!!… gli avversari! i compagni di squadra, il coach, gli amici sugli spalti, i tuoi allievi, …te stesso! ...ecco che ad un certo punto decidi un azione, …forse è quella giusta, …avrò la meglio? …sarò vincitore?…

“Ora, mi sto allenando da solo! …il mio allenatore tramite il video di un PC scandisce i tempi e mi sprona a fare gli esercizi, seguo le tabelle degli allenamenti la sera in solitaria, nelle pause lavorative, al mattino della domenica…insomma mi alleno tutti i giorni in attesa della conferma o smentita della Grande Gara di Maggio in Giappone: i World Master Games di Kyoto”.

“Anche i miei avversari si stanno allenando come me, forse nelle stesse condizioni, …i miei avversari mi aspettano e non vedono l’ora di incontrarmi, sono quello da battere si dice in giro… anche loro come me stanno aspettando con ansia se il grande appuntamento, … ci sarà oppure…. Chissà!? Quanti sportivi aspettano il loro momento? Tokyo 2020 su tutti!”

“Una cosa è certa! … prima dobbiamo combattere una battaglia più ardua, contro un avversario così subdolo che a volte ci mette gli uni contro gli altri. Ma… come si dice negli spogliatoi, …la forza di una vera squadra si vede quando le cose NON si mettono bene! … Rabbia, tensioni, screzi vari, si metto da parte per un obbiettivo comune! molto più importante! …e se i caduti non saranno tra noi a goderne i risultati, …assisteranno da lassù ad una assoluta e certa vittoria”.

Ricerca in corso...