Lan Service Zheroquadro: dal Gran Monferrato al Giro d'Italia Under 23

Sabato 22 agosto si è chiuso un ciclo di gare ciclistiche (per categorie Elite e Under23) che ha visto il territorio monferrino assoluto protagonista

CASALE MONFERRATO

Sabato 22 agosto si è chiuso un ciclo di gare ciclistiche (per categorie Elite e Under23) che ha visto il territorio monferrino assoluto protagonista, grazie al Challenge Gran Monferrato-Pella Sportswear. Una vera rinascita post covid-19 per tutto il movimento Dilettantistico italiano: cinque appuntamenti – distribuiti tra Fubine, Casale e Altavilla – che hanno raccolto ciò che di meglio il ciclismo di categoria possa ad oggi esprimere, con in più illustri ospiti oltreconfine (su tutti, la nazionale colombiana). Corse di altissimo livello, con i protagonisti a sfidarsi su percorsi veloci o duri, tecnici o scorrevoli, dando vita a spettacoli molto apprezzati dal pubblico che stipava i bordi delle strade.

Il team manager casalese Gianni Pederzolli, primo artefice di questo show, si ritiene soddisfatto della riuscita: “L’aspetto che forse mi soddisfa di più, oltre ovviamente ad aver dato la possibilità ai ragazzi di gareggiare, è vedere come il mio esempio sia stato seguito da altri organizzatori che hanno dato vita ad alcune corse in Veneto e Toscana. Il nostro movimento è florido, ma aveva bisogno di una scintilla che riaccendesse tutto il motore. Felice di essere stato questa scintilla”.

Dopo un weekend iniziale (8 e 9 agosto) in cui Fubine è stato protagonista di due corse scenograficamente e tecnicamente significative, è entrata in scena Casale Monferrato, che ha aggiunto un pizzico di brio con due gare molto veloci e spettacolari (con medie oltre i 46 km/h),mercoledì 12 e 19 agosto. Sul più bello, sembrava però che il giocattolo dovesse incepparsi, per il rifiuto di Alessandria ad ospitare l’ultimo weekend di gare. L’intervento delle Amministrazioni monferrine locali ha però permesso di dare alla manifestazione un finale degno di una favola: la tenuta Mazzetti d’Altavilla come location – con il proprietario Sanzio Evangelisti e la figlia Elisa a fare gli onori di casa – e la disponibilità del sindaco Altavilla a mettere a disposizione il suo comune, con Fubine ancora co-protagonista.

“Posso affermare con assoluta sicurezza che, senza l’appoggio dei sindaci Federico Riboldi di Casale, Massimo Arrobbio di Altavilla e Lino Pettazzi di Fubine, insieme alle loro Amministrazioni e rispettivi gruppi di Polizia Locale e Protezione Civile, il challenge Gran Monferrato non sarebbe mai potuto diventare realtà”, afferma Pederzolli.

Nel caso di Gran Monferrato, è stato l’onorevole Pettazzi a fungere da apripista e a trovare terreno fertile in Riboldi e Arrobbio. Insieme, gli sforzi dei tre hanno dato vita a qualcosa di unico, se si pensa che sono state organizzate cinque gare in sole due settimane, quando a malapena ci vogliono due o tre mesi per pensarne solo una.

Dopo le due corse di Fubine, vinte rispettivamente da Luca Colnaghi della Zalf Euromobil Desiree Fior e da Riccardo Lucca della General Store Essegibi F.lli Curia, è salito in cattedra Cristian Rocchetta, sempre della General Store, che a Casale Monferrato si è classificato due volte secondo – il 12 agosto alle spalle di Enrico Zanoncello della Zalf, il 19 agosto dietro a Nicolas David Gomez Jaramillo (colombiano in forza alla Colpack Ballan) – ed ha accumulato i punti necessari per scalare la vetta della classifica generale. Rocchetta, che già nella prima corsa di Fubine si era piazzato decimo e quindi in zona punti, sabato 22 si è ripetuto col medesimo risultato nell’ultimo appuntamento di Altavilla, il Trofeo Mazzetti d’Altavilla (nella foto di Roberto Rizza, uno dei momenti della gara),conquistando dunque la corona di campione del Challenge Gran Monferrato-Pella Sportswear. A lui anche la speciale classifica giovani Under23. Maglia Bianca-Caffè Poli.

A vincere l’ultima corsa di sabato 22 è stato invece Lorenzo Quartucci della Zalf, abile a staccare i compagni di fuga in una gara dura e selettiva.

I portacolori casalesi di LAN Service-Zheroquadro hanno concluso il Gran Monferrato centrando una top ten e sfiorandone altre due, ma ora per i ragazzi del team manager Gianni Pederzolli è già tempo di preparare il debutto al Giro d’Italia di categoria, che partirà sabato 29 agosto da Urbino per concludersi sabato 5 settembre ad Aprica (SO). Sono sei i corridori selezionati: l’acquese Simone Carrò, l’albese Tommaso Rosa, il torinese Alessio Palma, l’imperiese Riccardo Moro, il brianzolo Stefano Frigerio e il danese Lucas Norregaard (nella foto di Roberto Rizza).

 

Ricerca in corso...