Lan Service Zheroquadro: dal Giro d'Italia ai campionati nazionali

Domenica 13 settembre a Casalecchio di Reno in campionati italiani di categoria

CASALE MONFERRATO

E’ stato un Giro d’Italia Under23 all’inglese: il talentuoso Thomas Pidcock del Team Trinity Road Racing si è infatti aggiudicato la prestigiosa corse a tappe internazionale, sul traguardo di Aprica (Sondrio),dopo aver domato anche la mitica salita del Mortirolo. Il ragazzo originario di Leeds si è imposto in tutte le tappe più dure, mettendo in fila una qualificata ed agguerrita concorrenza, meritandosi pienamente il successo finale.

Pur tra qualche imprevisto, il Giro si è chiuso positivamente anche per i portacolori casalesi di LAN Service-Zheroquadro, realtà giovane che si affacciava per la prima volta alla Corsa Rosa. Il team manager Gianni Pederzolli si rammarica per gli incidenti che hanno fermato due dei tre ragazzi che puntavano alla classifica finale. “Ovviamente non intendo quella relativa alle prime posizioni, riservata ai campioni già affermati nella categoria e proiettati ad un futuro immediato tra i professionisti”, racconta Gianni. “Oggi, una squadra come la nostra può al massimo puntare a ben figurare in un paio di tappe e portare uno o due corridori nella prima metà della classifica”. Eliminati dai giochi il danese Lucas Norregaard, Simone Carrò e Stefano Moro, è toccato ad Alessio Palma (al centro nella foto di Roberto Rizza) portare a termine la corsa. Dalla sua, la volata alla 6° tappa sul Lago di Como, con un 26° posto. La classifica generale del suo Giro lo vede 102° su 200 iscritti.

Archiviata questa bella esperienza, LAN Service-Zheroquadro ora è attesa dai Campionati Italiani di categoria, domenica 13 settembre a Casalecchio di Reno - Zola Predosa (Bologna). Sarà un’altra dura corsa, che probabilmente metterà a dura prova i giovani ragazzi piemontesi, ma Pederzolli non fa drammi: “Questa è una stagione particolare. Pochissime gare, che di conseguenza annoverano alla partenza sempre tutti i migliori ed esperti elementi della categoria. Difficile dunque per i ragazzi più giovani emergere: avrebbero bisogno di crescere per gradi e invece si trovano catapultati in corse dai ritmi ancora proibitivi per loro. Facciano tesoro di ciò e non si perdano d’animo”.

Ai nastri di partenza ci saranno Edoardo Coari, Alessio Palma, Tommaso Rosa, Stefano Frigerio, Simone Carrò e Gioele Gasparetto. L’impegnativo percorso di circa 164 km ricalca le strade che hanno caratterizzato le ultime edizioni del Piccolo Giro dell’Emilia, che quest’anno lascia spazio alla rassegna nazionale.

Ricerca in corso...