Il Casale Walking Football Angelo Mello quarto al campionato italiano

La corsa dei nerostellati si ferma in semifinale contro la corazzata Novara. Nella finale per il terzo posto Alessandria prevale ai rigori

VERCELLI

Si arresta alla semifinale scudetto la splendida cavalcata del Casale Walking Football Angelo Mello over 50 nel secondo campionato italiano di categoria andato in scena al 'Silvio Piola' di Vercelli domenica 6 ottobre.

Dodici le squadre finaliste nella categoria over 50, quattro in quella over 60 (per la cronaca vince il Novara di capitan Volpati) per un totale di 174 atleti iscritti a partecipare, manifestazione imponente e molto ben organizzata dal gruppo veterani della Pro capitanato da Franco Balocco e orchestrati dal Board walking football Gibin Dondi Rossi Martinoli.

Casale parte bene, secco 3-0 ai pugliesi del Minervino Murge, squadra simpatia del torneo, gruppo magari piu' "maturo" di quello nerostellato ma non inferiore per individualità interessanti e spirito indomito: di capitan Minute e doppietta di Massimo Linarello le reti .

Casale – Biellese è la partita spartiacque che non prevede calcoli, serve vincere per accedere al tabellone più prestigioso e la partita non delude le attese.....i neri la fanno propria con un gol di Balbo difendendolo poi con grande compattezza contro un avversario sempre coriaceo e leale, ottimo quinto al termine davanti ai padroni di casa, distratti dal grande lavoro organizzativo.

Da brividi la semifinale contro la corazzata Novara, affrontata a viso aperto e messa sotto con una splendida azione corale conclusa ancora dal gol di Linarello ad un passo dalla classifica cannonieri.

Gli azzurri dovevano ricorrere a tutto il loro potenziale per ribaltare la gara che terminava 3-1.

Novara si confermava campione battendo poi in finale la rivelazione Cosmos Bassano del Grappa per 1-0.

Contro l'avversario storico di Alessandria si giocava la finale 3/4 posto,tutt'altro che finale di consolazione, arrivare comunque nei primi quattro per un gruppo nuovo, amalgamato da appena un anno e orfano del suo leader carismatico Angelo Mello, organizzato in maniera meno strutturata di altre formazioni era comunque una impresa degna di nota, mettendo alle spalle in classifica realtà emergenti come Cameri, Penisola Sorrentina, Borgomanero, il citato Minervino Murge e gruppi veterani di grande tradizione come Cecina e Pisa arrivata a Vercelli con Occhipinti e Ipsaro ex professionisti, protagonisti di molte stagioni in serie A.

La spuntavano i grigi, avversario sempre molto agguerrito e di grande valore 8-7 ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi sul 2-2 coi neri capaci di rimontare il doppio svantaggio col rigore di Sarzano (monumentale torneo da regista difensivo il suo) e Maurizio Busto.

Quarto posto finale da applausi quindi in un torneo di questa caratura, secondo il responsabile del gruppo walking di Casale, Bruno Balbo “Siamo contenti ed orgogliosi per quanto fatto da un anno a questa parte e i complimenti di oggi ci gratificano per i nostri sforzi, fatti sempre con passione, spirito di gruppo e allegria, coi pochi mezzi a nostra disposizione ma tanta voglia ancora di vivere momenti come questo assieme, con Danilo Minute compagno di tante battaglie, Massimo Linarello, l'altro bomber, il 7 e l'8 dai tempi dei giovanissimi e responsabile tecnico della squadra, i portieri Gambino e D'avola che si sono divisi le partite perche' non e' da tutti avere due portieri così di valore, a Barberis il terzo ma primo per volontà e spirito di partecipazione, Deambrogio e Sarzano che hanno portato in questo nuovo sport tutta la loro esperienza di calciatori di buon livello, Marco Corona intramontabile, Maurizio Busto, Roberto Fassone, sempre abili a farsi trovare pronti a intercambiare coi compagni nei momenti chiave delle partite, Franco Barone, Franco Giglione ,Andrea Atzeni elementi fondamentali del gruppo per il prezioso contributo fuori e dentro il campo, Augusto Coduti che la sfortuna non gli ha permesso di essere della finale e in ultimo ma non per importanza il supporto dei dirigenti Massimo Vetri e del Segretario Paolo Pinton presenti al 'Piola' per verificare che il rapporto arbitri tavolo giudice non avesse cortocircuiti e sostenere la squadra nel momento clou della stagione, un grande grazie a tutti quindi sicuri che il nostro Pres lassu' era proprio questo il gruppo che avrebbe voluto!”

Si riparte ora per la nuova stagione con nuovi innesti per affrontare al meglio i prossimi impegni in uno sport che sta velocemente aumentando l'asticella dei valori tecnici e organizzativi.

Ricerca in corso...