L'Albinea piega la Canottieri

Una super Gabba conduce le emiliane alla vittoria. Play off per le casalesi

CASALE

Il prologo dell'ultima giornata della fase a gironi del campionato a squadre di Serie A2 per quel che riguarda Casale è la sera precedente, quando alla Canottieri Casale sono centinaia le persone che cenano e ballano fino a notte fonda. La domenica mattina però alle 9 le giocatrici sono in campo, con Albinea che si presenta con una squadra rimaneggiata, vista la matematica prima posizione guadagnata comunque vada. Alla fine tutti contenti: Albinea vince e chiude al primo posto e Casale si guadagna i play-off, traguardo che dopo tutte le sfortune fisiche degli ultimi due mesi pareva un miraggio al circolo del presidente Stefano Bagnera.

Anche la squadra casalese di certo però non si presenta in grandi condizioni, dovendo rinunciare a Vivienne Vierin e avendo Irina Smirnova e Federica Grazioso acciaccate.
 
Ad aprire le danze sono Federica Grazioso e Francesca Palmigiano. La giocatrice toscana ancora sofferente alla caviglia e quindi molto limitata negli spostamenti oppone ben poca resistenza alla giovanissima (ottobre 1994) Palmigiano, allieva di Barbara Rossi e reduce dalla qualificazione di pochi giorni fa al tabellone principale del Bonfiglio. Risultato: doppio 6-1 in favore di Albinea.

Match più combattuto ed emozionante sicuramente quello tra Giulia Mecca  e Marta Dall'Osso, entrambe di classifica 3.1. Un primo set dominato dalla 17enne tennista casalese che se lo aggiudica per 6-1; nel secondo set continua la sua striscia positiva la Mecca andando sul 2-0, prima di subire quattro giochi consecutivi. La Dall'Osso va al servizio due volte per il set e, dopo aver annullato una palla del tie-break, chiude la frazione per 7-5 alla seconda occasione. Anche l'inizio del terzo set vede la Mecca partire molto bene, andando in vantaggio per 3-1, ma ancora una volta la Dall'Osso è capace di rimontare e realizzare quattro giochi consecutivi andando sul 5-3. Un rovescio lungolinea vincente è il colpo che consente alla Mecca di rientrare in partita sul 5-5, e andare poi sul 40-15 sul suo servizio. Alla fine è la Dall'Osso a prevalere per 1-6 7-5 7-5, con la Mecca che ha molto da recriminare visto i vantaggi non sfruttati negli ultimi due set.

Concludiamo con la sfida tra le migliori delle due squadre: Irina Smirnova e la casalese doc Giulia Gabba (2.2 ed ex n°180 WTA). Primo set senza storia, con la Gabba che domina in lungo e in largo chiudendo per 6-1; nella seconda frazione di gioco la Smirnova si ritrova sotto 1-2, e realizza quattro giochi consecutivi portandosi sul 5-2, ma da qui si spegne la luce, e una super-Gabba realizza a sua volta cinque game uno dietro l'altro e chiude il match per 6-1 7-5, non senza aver annullato due set-point alla giocatrice russa.

Giulia Gabba ritornava, per la prima volta da avversaria, nel suo circolo che l'ha vista crescere tennisticamente.

Sul 3-0 dopo i singolari il doppio è quindi una formalità, e Grazioso/Smirnova si ritirano dopo un game contro Gabba/Palmigiano.

Sfida che comunque soddisfa tutti, Albinea chiude al primo posto, dimostrando davvero una marcia in più, e Casale si guadagna i play-off, traguardo che dopo tutte le sfortune fisiche degli ultimi due mesi pareva un miraggio al circolo del presidente Stefano Bagnera.

Celeste Falato
Ricerca in corso...