Canottieri, la A2 maschile si qualifica ai play off

Per la A1 femminile un'altra sconfitta con Faenza

CASALE MONFERRATO

(Marco Bella)

La Serie A2 maschile della Canottieri Casale, impegnata al Circolo Tennis L’Aquila, pareggia 3-3 e si garantisce l’accesso ai play-off, qualificazione ottenuta per il terzo anno consecutivo.

Capitan Marco Bella, 2.4, scende in campo contro enrico Iannuzzi (2.4). Marco conquista il primo set 6-4. Nel secondo parziale, un break fa la differenza e l’abruzzese lo fa suo per 6-3. La partita decisiva è del tennista di casa che la vince 6-0.

Come numero tre Gregorio Biondolillo (2.4) è opposto a Andrea Picchione (2.4): 6-2, 6-3, in favore del giocatore aquilano. Esordio da numero uno per il francese Constant Lestienne (2.1) contro Gianluca Di Nicola (2.1): il transalpino, ‘incanta’ il tennista di casa e conquista il primo punto di marca monferrina per 6-3, 6-2.

Il pareggio dei conti nei singolari arriva dalla racchetta di Lorenzo Reale (2.5),il quale con un periodico 6-1, mette al tappeto Alberto Iarossi (2.8). Nei due doppi: Reale e Biondolillo sfiorano il successo contro Picchione e Iarossi: 7-6, 1-6, 10/7 in favore dei locali.

Ok Bella e Lestienne contro Iannuzzi e Di Nicola per 6-2, 7-6.

La giornata vede la vittoria di Siracusa contro Firenze, mentre Treviglio passa a Reggio Calabria. Il terzetto Bologna (13 punti),Siracusa (11) e Canottieri (10),lanciato verso i play-off, seguono Treviglio (7),L’Aquila (6) e Firenze (1). Con un piede in Serie B, Reggio Calabria (0). Un’eventuale vittoria di Treviglio domenica prossima non spaventa i monferrini, i quali hanno la differenza di incontri individuali vinti a loro vantaggio.  

(Stefania Rubini)

Esordio in A1 per la rumena Andreea Mitu (1.6) contro la faentina Camilla Scala (2.2),che tanto fece male nella prima sfida tra i due team. Anche nella quinta giornata la talentuosa romagnola spaventa la più quotata giocatrice di Bucarest: pallonetti, passanti, palle corte e improvvise accelerazioni, permettono a Scala di aggiudicarsi il match con un duplice 6-3.

A riaprire i giochi Stefania Rubini (2.1) contro la spagnola Andrea Gamiz Perez (2.1). Il primo set va al tie-break e Stefania è ‘on fire’. Un paio di risposte ai servizi della iberica permettono l’aggiudicarsi del parziale (7-6). Nella seconda frazione, qualche sbavatura di troppo permette alla Gamiz di andare avanti 5-3, ma la bolognese non molla e si va al secondo tie-break. Rubini se lo aggiudica con identico punteggio del primo, 7-5, e mette in pari la sfida.

Tocca a Enola Chiesa (2.3) contro la pari classifica Alice Baducci. La valenzana sembra infastidita dal gioco arrotato dell’esperta sfidante e la partita finisce 6-1, 6-1 in favore della faentina.

Nel doppio: primo set per Rubini ed Enola (7-5),poi Gamiz e Scala rimettono in discussione il match (6-1),problema al piede per la Rubini. La coppia ospite fa suo il match tie-break per 10-3. Ora Genova e Lucca fuori casa prima dei play-out.

Ricerca in corso...