Le Tre Rose: voglia di ricominciare

L'attività agonistica della squadra multietnica dovrebbe ripartire il 7 marzo. sIntanto sono continuati i lavori di miglioramento del complesso sportivo del Ronzone

CASALE MONFERRATO

Il 2020 è ormai terminato e qualcuno dirà: “Finalmente!” Sì, è stato un anno dai risvolti decisamente negativi: la pandemia ci ha relegati tutti tra le mura di casa, limitandoci nelle nostre attività. Così è stato anche per il Rugby, grande sport di contatto.

La stagione precedente è terminata prematuramente e, quella corrente, non è ancora iniziata: la nuova data ufficializzata dalla Federazione Italiana Rugby è il 7 marzo.

Le Tre Rose Rugby Casale non si sono e non si perdono d'animo. Gli allenamenti si sono svolti tra metà agosto e metà ottobre, anche se, senza poter usufruire degli spogliatoi e delle docce.

Di positivo è stato e è il sostegno delle Istituzioni, dai Comuni di Rosignano e Casale Monferrato, alla Regione Piemonte, alla Federazione Italiana Rugby, allo Stato, oltre che gli enti locali: Avis, Energica e Cosmo e dagli sponsor storici, dall'Associazione Artaban di Torino, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e da qualche donazione privata in favore del progetto di inclusione sociale che Le Tre Rose portano avanti, ormai, da anni. 

“Questo ci permette di guardare con serenità e voglia di ricominciare – commenta il presidente Paolo Pensa – Ci permette di perseverare con sempre maggior entusiasmo la strada intrapresa, il fatto che ai nostri ragazzi “richiedenti asilo”, venga loro riconosciuto il permesso di soggiorno, oltre che per il lavoro, lo studio, la conoscenza della lingua italiana, perché “fanno parte della squadra di Rugby delle Tre Rose, impegnata nel campionato italiano di serie C e composta soprattutto da rifugiati provenienti dall'Africa sub-sahariana. La squadra è conosciuta a livello nazionale ed internazionale come esempio positivo di integrazione attuata tramite lo sport”.

E, allora, sono continuati i lavori di miglioramento del complesso sportivo del Ronzone: si sono realizzate le tettoie davanti agli spogliatoi ed agli uffici e l'illuminazione sottostante ed altre migliorie sono in progetto, in accordo e con il sostegno dell'Amministrazione Comunale di Casale Monferrato.

Ora non resta che riprendere gli allenamenti della “senior” e dei più giovani: la speranza è che ciò dall'8 di gennaio.

Ricerca in corso...