Le Tre Rose a Reggio Emilia per il film festival 'Terre di tutti'

Sul campo nulla da fare con il Volvera. Domenica impegno con La Drola

CASALE MONFERRATO

Sabato pomeriggio, Paolo Pensa e Carla Gagliardini erano di ritorno dall'esperienza di Reggio Emilia, dove erano stati chiamati ad esporre a circa 200 studenti (medie e superiori) della città il progetto casalese di rugby con la squadra multietnica, unitamente al campione della Nazionale Italiana ed ormai ambasciatore della squadra monferrina, Maxime Mbandà: erano tra i relatori nel'ambito del Film Festival 'Terra di Tutti'.

Domenica, si era sul campo del Volvera. Con una squadra rimaneggiata a causa dei postumi della partita vittoriosa contro il Val Tanaro, con qualche esordiente in più, Le Tre Rose non ce l'hanno fatta contro la capolista, dalla quale hanno comunque ricevuto complimenti e importanti segni di stima di cui è bello informare i lettori: "Da anni ripetiamo i valori del rugby a cui si ispira la nostra società: rispetto, coesione, altruismo. Per il Volvera Rugby giocare con Le Tre Rose è un'opportunità di unire questi valori all'integrazione, quell'integrazione vera e umana che dal campo di gioco al terzo tempo unisce ragazzi di ogni età e provenienza. Per questo ringraziamo i ragazzi delle Tre Rose Rugby, giocatori e staff che rendono possibile questa bella realtà del rugby piemontese".

Domenica si va a Torino Le Vallette ad affrontare la squadra della carceri La Drola, partita che è sempre un incognita, visto il continuo ricambio di giocatori.

 

Ricerca in corso...