Conclusa nel migliore dei modi la stagione delle Tre Rose

Vittorie per la prima squadra e per i giovanissimi

CASALE MONFERRATO

Si è conclusa nel migliore dei modi la stagione per il rugby casalese: le Tre Rose, infatti, dopo aver vinto l'ultima dei play off con il Collegno, in casa con i Diavoli Rossi di Varese, nel Memorial Ivo Raiteri di Alessandria (due su cinque partite disputate contro altrettante squadre, ed un pareggio) giovedì sono tornate a Varese per l'ultima sfida e, pur con metà squadra formata da nuovi arrivati, sono riuscite a pareggiare nelle mete, imponendosi per una meta tecnica.

Ottimi risultati anche dai più giovani, sia coloro della categoria Propaganda che, unendosi all'Asti nei vari raggruppamenti, da Milano a Piacenza, si sono ben distinti, che dai ragazzi dell'Istituto Comprensivo 'Negri' che, con gli under 14 (2^ e 3^ media),femminile e maschile, dopo aver vinto i provinciali studenteschi, ai regionali a Biella, sono arrivati secondi con la squadra femminile e quarti con la maschile.  

Ancora più gli under 12 (prime medie),sempre dell'istituto comprensivo 'Negri', impegnati nel progetto federale 'Rugby per tutti', che ad Ancona, nell'ambito della Festa nazionale del Rugby, hanno riportato sette vittorie su otto partite disputate, vincendo a mani basse i loro due giorni. Domenica 8 giugno si è svolto il gran finale.

Ora un po' di riposo, con l'unico impegno per la prima squdra, del 14 luglio, ad Alpignano, nel torneo seven 'Una meta di solidarietà', organizzato dalla squadra locale, anch'essa formata per lo più da migranti, che si sta preparando al suo primo campionato.

Da ricordare l'impegno del presidente Paolo Pensa lunedì al museo Egizio, quale invitato, al work shop: Musei e Migranti, gli strumenti per l'incontro, mentre l'allenatore, Luca Patrucco era quasi contemporaneamente al teatro Carignano per la rappresentazione 'L'incontro', durante il quale veniva proiettato parte del film-documentario sulla squadra casalese dei migranti 'Le rose nere' con il gran plauso del pubblico presente ed il riconoscimento dell'assessore regionale alle Pari Opportunità Monica Cerutti.

Ricerca in corso...