Una Jcp cinica e spietata espugna Vercelli ed è capolista

Le reti di Abrazdha ed El Atlassi piegano la Virtus: 1-2

VERCELLI

(Fotografie Andrea Botteon)

L’anticipo della dodicesima giornata tra Virtus Vercelli e Junior Calcio Pontestura non ha tradito le attese. Il match, spettacolare ed avvincente, ha avuto premesse incoraggianti per i padroni di casa. Le tigri giallo-nere hanno potuto contare su tre nuovi acquisti: l’attaccante Panipucci, il centrocampista Napolitano e il portiere Htyshko. In casa JCP invece si è dovuto fare i conti con il forfait dell’ultimo minuto di Luca Vergnasco, capocannoniere della squadra, fermato da un problema muscolare. Mister Bellingeri scioglie le riserve in merito alla formazione solo al campo di Caresana e schiera Favarin tra i pali; Volpato, Dondi, Viazzi, Giuseppin in difesa; El Atlassi, Amin, Iacomussi a centrocampo; Roccia libero di svariare alle spalle delle punte Abrazdha e Beltrame. La Virtus propone Cerruti, Finati, Fusaro, Benincasa, Bracco, Bellinghieri, Lamberti, Maggiolo, Arfuso, Napolitano e Panipucci.

L’approccio degli ospiti al match è sciolto e convincente. Al secondo minuto Beltrame si invola sulla fascia sinistra, ma viene pressato in maniera corretta da un avversario e la sua conclusione si perde sul fondo.

Al nono la svolta della partita. Il lancio per Beltrame esalta le caratteristiche dell’attaccante juniorino che a tutta velocità si presenta alle soglie dell’area di rigore. Cerruti esce a valanga e commette fallo stoppando in maniera irregolare una chiara occasione da gol. Il direttore di gare non ha dubbi ed estrae il cartellino rosso. Ci vogliono quattro minuti per riprendere il gioco (punizione di Abrazdha alta sulla traversa).

Nel frattempo mister Putrino manda in campo il secondo portiere (Hryshko) sacrificando Arfuso, l’ex della super-sfida. La Virtus modifica il proprio assetto tattico. Panipucci resta il punto di riferimento in attacco, mentre Napolitano, Benincasa e Maggiolo si inseriscono a turno. La JCP prende in mano il pallino del match, ma sbatte contro l’organizzata retroguardia giallo-nera. Il pallone viaggia troppo lentamente per impensierire un pacchetto difensivo che ha incassato 5 reti in 11 partite. Cartellino giallo per Volpato al 16’ ed il primo tiro nello specchio della porta vercellese è di Roccia al 24’. Destro ad effetto che impegna severamente Hryshko.

Alla mezz’ora esatta Iacomussi e Roccia riciclano un pallone sulla tre quarti e servono Amin. Testa alta per la mezz’ala di Bellingeri che vede Abrazdha sulla destra. Il dieci della JCP salta due avversari e libera il sinistro che trafigge Hryshko: 0-1. Il vantaggio galvanizza gli ospiti. Azione spettacolare al 37’ che coinvolge gran parte degli effettivi giallo-rosso-blu. Da Volpato a Giuseppin con intelligente imbucata per Amin che vede il proprio destro respinto dai guantoni del 12 di casa. Al 38’ si vede la Virtus Vercelli. Veloce ripartenza e palla buona per Benincasa che da trenta metri obbliga Favarin ad un intervento spettacolare. Il numero uno, ex Virtus, corregge in angolo strappando gli applausi del pubblico. Le tribune del “Francesco Ardizzone” sono gremite. Più di 200 spettatori per questo anticipo del venerdì con massiccia presenza dei sostenitori juniorini.

La ripresa propone in avvio una JCP guardinga che sembra aspettare gli avversari per colpire in contropiede. In effetti i rischi corsi dalla difesa di Bellingeri sono pochi e si limitano ad una serie di calci piazzati, a volte concessi in maniera ingenua. Al minuto 17 Amin interviene in area su Napolitano. Per l’arbitro è rigore e dagli 11 metri si rivede il duello Panipucci-Favarin, già andato in onda a Gattinara nella seconda giornata di campionato. Questa volta il bomber non si lascia ipnotizzare dal portiere della Junior ed è di nuovo parità: 1-1.

Adesso gli ospiti devono riprendere in mano il filo del gioco e non è semplice perché il tempo scarseggia. Ci vuole una magia e al 20’ ci pensa El Atlassi. Palla respinta dalla difesa e destro al volo da 25 metri che si insacca all’incrocio dei pali: 1-2. Eurogol e tutti in piedi. Messano, Patrucco e Sala per Volpato, Roccia e Iacomussi. Punizione al 30’ per la Virtus e davanti a Favarin sbuca Maggiolo che di testa cestina incredibilmente l’occasione del 2-2.

Il capitano giallo-nero viene ammonito al 36’ per un brutto fallo su Abrazdha e il finale di partita vede Vercelli all’arrembaggio e la JCP a gestire con fatica e sacrificio una vittoria a dir poco fondamentale. Temporin per Viazzi al 44’. Un paio di contropiedi nel recupero si potevano orchestrare meglio, ma la mancanza di lucidità è più che giustificata perché la gara è stata oltremodo tesa e faticosa.

La Virtus si è confermata su ottimi livelli e nessuno sa cosa sarebbe successo in parità numerica. La JCP dal canto suo ha sfruttato l’opportunità e lo ha fatto in maniera intelligente. Cinica e spietata, la JCP (complice il turno di sosta del Valle Cervo) da venerdì sera è capolista a tutti gli effetti. Se può essere il match della consapevolezza? Lo sapremo tra 10 giorni, dopo la sfida con il Ceversama. Una partita che assomiglia tanto ad un lasciapassare per sogni bellissimi.

Virtus Vercelli – JCP 1-2

Virtus Vercelli: Cerruti, Finati, Fusaro (BIlotta dal 37’s.t.) (Arnone dal 44’s.t.),Benincasa, Bracco (Petasecca dal 38’s.t.),Bellinghieri, Lamberti, Maggiolo (Cap.),Arfuso (Hryshko dal 9’p.t.),Napolitano (Petrillo A. dal 25’s.t.),Panipucci. A disp: Gennaro, Virdò, Tosatti, Verona. All: Putrino-Gallo.

JCP: Favarin, Volpato (Cap.) (Messano dal 22’s,.t.),Giuseppin, Viazzi (Temporin dal 43’s.t.),Dondi, El Atlassi, Beltrame, Roccia (Patrucco dal 25’s.t.),Amin, Abrazdha, Iacomussi (Sala dal 25’s.t.). A disp: Ormelese, Pallavidino, Bianco, Siragusa, Vergnasco. All: Bellingeri-Carachino.

Arbitro: La Luna Simone (Collegno)

Reti: 30’ Abrazdha, 62’ Panipucci rig., 65’ El Atlassi

Ricerca in corso...