Stay O'Party, intervista a mister Enrico Razzano: 'Ora le partite decisive per salvarci'

Il nuovo tecnico svela il progetto di allestire la juniores per il prossimo campionato

CASALE MONFERRATO

A distanza di un mese dal cambio allenatore di Stay O'Party, abbiamo incontrato Enrico Razzano, nuovo mister e vecchia conoscenza del calcio piemontese. Era a casa tranquillo dopo un’annata 2017/2018 splendida alla guida della juniores del Borgovercelli regionali, portando a casa uno splendido secondo posto.

Alla chiamata dei casalesi è rimasto subito impressionato dai dirigenti e dal presidente, tutti ragazzi giovani e con un grande entusiasmo e voglia di fare. E, visto che le sfide sono sempre state spronanti, l’ha colta con naturalezza, ma determinazione.

Con estrema tranquillità analizza gli ultimi due mesi, caratterizzati da quattro sconfitte, che hanno poi portato alla decisione di cambiare la guida, frutto esclusivamente di cali di tensione e mentali, sostiene Enrico. Una squadra da anni abituata sempre a vincere è difficile che riesca a gestire sconfitte vicine, per cui ecco il verificarsi del passaggio a vuoto.

“Sono qui per questo - afferma – In questo ultimo mese i ragazzi si sono dimostrati subito reattivi e hanno imparato a gestire le proprie emozioni, a credere come più volte ribadito, alle proprie potenzialità, raggiungendo prima tre pareggi anche piuttosto importanti, e poi lo sblocco finalmente domenica con un sonoro 0-3 con la Pro Roasio”.

“La Prima Categoria – sottolinea Razzano – è un campionato difficile, nel quale ciò che conta non è il gioco, ma il risultato. Ogni partità è pesante, sembra una finale e si gioca allo stremo, spesso con risultati acciuffati all’ultimo minuto, come nel derby, ad esempio”.

“Il fatto di aver preso una squadra a metà campionato – prosegue - e dopo una battuta di arresto è stato uno stimolo, anche se è sempre difficile cambiare assetti e tattiche in corsa. Domenica la vittoria ha dato finalmente respiro e animo ai giovani, ma in queste prossime tre settimane ci saranno due incontri pesantissimi contro prima e seconda in classifica, e con otto giornate al termine l’obiettivo permane quello di salvarsi per restare in Prima Categoria evitando i play out”.

“Non meno importante il progetto per il prossimo anno di cercare di formare una squadra juniores di supporto alla prima, per dare la possibilità ai giovani di crescere e ossigeno e nuove leve alla società”.

Un augurio grande a mister Razzano nel proprio lavoro e alla società.

 

 

 

Ricerca in corso...