JB Monferrato: con l'Urania Milano arriva il secondo stop consecutivo

I rossoblu partono bene nel primo quarto, ma poi devono cedere ai lombardi: 68-79

CASALE MONFERRATO

Serata da dimenticare per la JB Monferrato che si vede superare 68-79 da un’ottima Urania Milano. Secondo ko consecutivo dopo la sconfitta di domenica con Orzinuovi. Si tornerà in campo il 27 dicembre sempre al PalaFerraris contro la Pallacanestro Biella. Il tour de force di gare ravvicinate continua.

Coach Ferrari opta per Collins al posto di Redivo in modo da gestire al meglio le energie dei tanti giocatori al rientro dall’infermeria. Dopo Martinoni, torna a disposizione anche Tomasini rimasto ai box per diverse settimane a causa della sua positività al Covid-19. Parte forte la coppia a stelle strisce della JBM. I primi punti di giornata sono di Thompson, poi triple di Collins e Donzelli che chiudono un primo break sul 10-9. Dall’altro lato mostra un gran smalto Montano capace di far male con il suo arresto e tiro. Raivio comincia a rendersi protagonista di giocate importanti ma la forte reazione dei padroni di casa vale il 23-19 con la quale si va alla prima sirena. Tornati in campo è sempre la guardia ex Legnano a creare i principali grattacapi. Martinoni dalla panchina porta in dote punti freschi, poi tripla di Pesenato che impatta sul 27-27. Raivio rilancia i suoi avanti, ma non si fa attendere la risposta di Thompson. Si va all’intervallo sul 37-45.

Rientrati in campo la bella penetrazione di Collins ed il piazzato di Valentini permettono alla Novipiù di accorciare le distanze. Langston però ha deciso di iniziare a dire la sua. Incisivo in area pitturata sia in attacco che in difesa. La tripla di Piunti scava il +10 con il quale Milano comincia a prendere il largo. JB sbaglia qualche scelta di troppo in costruzione ed il canestro di Franco chiude la terza frazione sul 49-62. La partenza di ultimo quarto è arrembante. JBM ci crede. Subito Tomasini, poi Valentini che mette a segno una tripla con tiro libero aggiuntivo. 56-62. E’ il momento decisivo del match. La Novipiù ha la possibilità di rientrare in partita con le unghie. Il canestro di Langston è però una doccia gelata che spezza sul nascere il tentativo di rimonta. Il parziale di 0-9 che ne consegue è il colpo mortale su una partita che scivola rapidamente verso la sua conclusione. Camara e Thompson, lottano fino alla sirena con il punteggio che si inchioda sul 68-79 finale.

DICHIARAZIONI - 

Mattia Ferrari (Allenatore JB Monferrato): “Abbiamo giocato una pessima partita. Senza capo ne coda. A folate, non attenti alle cose che contavano soprattutto quando potevamo riaprirla. E’ senza dubbio la peggior partita di questo inizio di campionato. Molto peggio di quella di mercoledì. Si potrebbero utilizzare tanti alibi. Dagli infortuni, alle tante partite ravvicinate ma si tratterebbe di scusanti a latere. Mi prendo tutte le responsabilità di questa sconfitta. Siamo scesi in campo con un atteggiamento non giustificabile. Mi spiace tantissimo e spero che da qui a tre giorni avremo modo di resettare le idee per poter disputare un derby con il coltello fra i denti”.

Novipiù JB Monferrato - Urania Milano 68-79 (23-19, 14-26, 12-17, 19-17)

Novipiù JB Monferrato: Sam Thompson 17 (6/9, 1/4), Fabio Valentini 14 (1/5, 3/5), Niccolo Martinoni 11 (5/7, 0/0), Corban Collins 10 (3/8, 1/12), Gora Camara 7 (3/5, 0/0), Simone Tomasini 5 (2/6, 0/2), Daniel Donzelli 4 (0/3, 1/3), Yannick Giombini, Alessandro Sirchia, Pietro Avonto NE, Aaron Lomele NE, Carlo Cappelletti NE.

Urania Milano: Nik Raivio 25 (6/9, 1/2), Wayne Langston 19 (9/14, 0/0), Giorgio Piunti 12 (2/3, 2/4), Matteo Montano 11 (3/6, 1/3), Tommaso Raspino 6 (3/7, 0/2), Daniele Pesenato 4 (0/1, 1/1), Matteo Franco 2 (1/1, 0/1), Andrea Benevelli, Matteo Cavallero NE, Simone Valsecchi NE, Stefano Bossi NE, Vittorio Lazzari NE.

Ricerca in corso...