Davide Denegri, primo contratto con la Novipiù

Siglato l'accordo pluriennale tra la Junior e il suo talento. Giancarlo Cerutti: 'Contratto meritato e che ci riempie di orgoglio'

CASALE MONFERRATO

La Novipiù Junior Casale ha appena comunicato la firma del contratto pluriennale con il proprio atleta Davide Denegri, classe 1998, cresciuto nel Settore Giovanile rossoblu e sempre più, come già l’anno scorso, in pianta stabile nella Prima Squadra allenata da coach Marco Ramondino.

L’accordo rappresenta un ulteriore passo nella costruzione del futuro della Junior Pallacanestro ed è la naturale prosecuzione di un rapporto che, tra il club rossoblu e Davide da Serravalle, nacque nell’ormai lontano giugno 2010, quando nella Leva della classe ’98 Denegri scese per la prima volta a Casale Monferrato.

“Sono molto contento che il primo contratto che il giovane Denegri firma sia con la Junior Pallacanestro – è il commento del Presidente d’Onore della Junior Giancarlo Cerutti –. Sono contento che lui si sia meritato questo contratto e sono convinto che questa sia una prima tappa della sua lunga vita da cestista. E ci riempie di orgoglio pensare che la sua crescita, che gli ha permesso di ottenere risultati importanti con noi e di essere protagonista ai Mondiali con la maglia della Nazionale, sia il risultato del percorso fatto nel nostro settore giovanile. Il nostro contratto ci legherà per alcune stagioni e questo gli permetterà una crescita ulteriore e mi auguro che sia significativa per lui e per noi”

“Sono molto felice dell’accordo firmato con la Junior, che è anche il mio primo contratto da giocatore” sono le parole di “Deg”.

“Sono molto orgoglioso di vestire questa maglia e onorato della fiducia datami dalla Società, che mi ha cresciuto durante tutte le giovanili: spero di ripagare questa fiducia per contribuire a ottenere risultati importanti. Sono ormai un casalese d’adozione e lo dimostra anche l’affetto che tutta la Città mi ha dimostrato durante e dopo l’esperienza ai Mondiali con la Nazionale, e spero di rincontrare tutte queste persone al PalaFerraris durante la stagione e sentire tutto il loro sostegno. Ormai manca poco e non vedo l’ora di ricominciare per far parlare il campo”.

BIOGRAFIA – Davide Denegri detto “Bomber” o “Deg” o “Dadach”, nasce a Tortona l’8 maggio 1998, ma vive e cresce a Serravalle Scrivia. Inizia a giocare a basket 4 anni, guardando il fratello Simone e instradato dal Prof. Patri, e presto capisce di poterne fare qualcosa di più che un semplice hobby. A 13 anni arriva a Casale, iniziando a fare la spola da Serravalle, conquistandosi spazio in ogni gruppo, allenato prima da Giampiero Poletti, poi da Lorenzo Pansa e via via da tutti gli allenatori delle giovanili Junior. L’esordio nella Novipiù Cup, nel 2012, è contro la Virtus Bologna, in una partita memorabile che sembra quasi un segno del destino. Gli esordi, per Davide, sono sempre speciali: nel suo esordio casalingo in Serie C Gold, con Serravalle nel 2014, quindi a 16 anni, segna infatti 16 punti in 20′ con 4/5 da 3. Non poteva non marchiare con i suoi canestri anche l’esordio in Prima Squadra con la Junior: è il 13 dicembre 2015, e contro Barcellona segna 7 punti in 9′, infilando una tripla dall’angolo al primo tocco. L’anno scorso, infine, l’esplosione: prima un canestro importante nella prima gara vinta dalla Junior in stagione (contro Reggio Calabria),poi l’ingresso nel quintetto, dopo il taglio di Obi Emegano, mostrando subito piglio e convinzione nella difficile trasferta di Rieti. Da lì in poi, Deg rimarrà in campo per quasi 17′ di media, segnando 4.4 punti (high di 19 con 5 bombe nella trasferta di Trapani, il 29 gennaio),e crescendo a quasi 21′ di media nei Playoff contro la Virtus Bologna.

Quest’estate, infine, il sogno azzurro: convocato da Andrea Capobianco per i Mondiali U19 egiziani, Davide conquista l’argento, sconfitto solo in finale dai fortissimi canadesi, chiudendo la rassegna iridata a 9.7 punti in oltre 26′, con 2.9 assist e il 32% da 3. Con la perla dei 18 punti con 4/9 da 3 segnati alla Lituania, nei quarti di finale. Pochi giorni dopo aver portato a casa un esame di maturità da 87/100.

Ricerca in corso...