Cb Tecpool, beffa nei 35 secondi finali

Monferrini sconfitti dal Cus Torino: ora la difficile sfida play out

TORINO

(A sinistra: Duccio Galluzzi)

35 secondi. Gli ultimi 35 secondi della partita nella serata conclusiva della regular season potrebbero costare molto cari alla Tecpool. Motivata dalla necessità di tentare il extremis il sorpasso al Fossano e di invertire la posizione nella griglia playout, la giovane Casale Basket gioca una gran partita, comanda nel punteggio dal primo all’ultimo minuto ma inciampa proprio a pochi passi dall’arrivo contro uno spietato Cus che nulla aveva ormai da chiedere al campionato. Le intenzioni bellicose di Todeschino e compagni si manifestano fin dalle primissime azioni: i biancoblu tirano con percentuali altissime soprattutto da oltre l’arco e prendono in mano il pallino con le triple di Galluzzi, Banchero e Cappelletti: 3-9 al 3’.

Il CUS prova ad attaccare il ferro ma trova l’area chiusa e soprattutto sbaglia a ripetizione da sotto (anche tiri facili): 5-11 al 5’. Di Cappelletti l’ennesima tripla monferrina nella retina per il doppiaggio sul 9-18. Todeschino orchestra il gioco ospite da gran direttore e conclude dal palleggio per il 9-20. Allo scadere dei 24 secondi Buzzi segna il 10-24, ritoccato sulla sirena del 10’ ancora da Todeschino manco a dirlo dalla lunga: 14-27 e primo quarto stellare!

(A sinistra: Carlo Cappelletti)

Aree intasatissime e tiratori in azione anche nel secondo quarto con la squadra di casa che pur migliorando nella precisione al tiro resta sempre a distanza: 17-31 al 12’. Murri anima la seconda metà di quarto cussina: 29-37 al 26’ ma pochi istanti più tardi l’eccesso di foga porta il giocatore torinese a commettere l’antisportivo che consente alla Casale Basket, di dare di nuovo respiro al vantaggio. Galluzzi segna i due liberi punitivi, Banchero capitalizza il possesso addizionale e gli ospiti, dopo rubata e ripartenza ancora di Galluzzi, sono sul +13: 29-42. La sosta non cambia di una virgola le cose con i casalesi sempre primi sulle palle vaganti ed attenti a punire gli avversari. Galluzzi e Cappelletti non sbagliano un colpo e, complici i tiri sbagliati del Cus forzati dalla buona difesa, rimettono la Tecpool in doppia cifra: 37-50 al 23’.Da quel punto però Torino inasprisce la pressione difensiva e recupera nel punteggio ma i ragazzi di Fara con un tiro pesante del baby Sirchia e la zona si mantengono davanti: 50-56 al 30’.

Nei 10’ finali la CB non indietreggia e sembra avere risorse per replicare ad ogni tentativo di avvicinamento ma la tensione si fa sentire tanto che, sul 61-64, gli attaccanti monferrini sbagliano per tre volte da sotto nella stessa azione e al 39’, purtroppo, vengono puniti da Murri che da tre imbuca il pareggio a quota 64. Lo stesso subisce poi un fallo su palla persa casalese dando la vittoria ai suoi dalla lunetta dato che Banchero fallisce per due volte la tripla di un’affermazione che sarebbe stata meritata.

Ora la Tecpool, terminata penultima, guarda ai play-out consapevole dei propri limiti ma anche dei suoi progressi che fanno ben sperare per la salvezza.

Cus Torino – Tecpool CB Team Basket Casale 66-64

(14-27, 32-42, 50-56)

CUS TORINO: Murri 12, Tibs 4, Marrone, Russano 10, Sacco 5, Di Matteo 13, Riviezzo 16, Campanelli 4, Celada 2, Stola, Catozzi, Ronco. All. Porcella.

CASALE BASKET: Todeschino 8, Banchero 12, Cappelletti 15, Avonto, Sirchia 3, Buzzi 8, Lazzeri 9, Evangelisti, Feng, Rossi n.e., Galluzzi 9. All. Fara.

Ricerca in corso...