Torna Rondò in Monferrato

La stagione piemontese di Divertimento Ensemble, il cui cartellone è esito di un allargato intreccio di collaborazioni con diverse realtà del territorio

MONCALVO

Torna Rondò in Monferrato, la stagione piemontese di Divertimento Ensemble, quest’anno alla IX edizione, il cui cartellone è esito di un allargato intreccio di collaborazioni con diverse realtà del territorio monferrino, ma anche tra i corsi di IDEA, International Divertimento Ensemble Academy.

Innanzitutto le collaborazioni con il Territorio. I concerti in programma, a Moncalvo, Grazzano Badoglio, Ottiglio e Serralunga di Crea, non sarebbero possibili senza il sostegno e la collaborazione delle amministrazioni comunali di Moncalvo, Grazzano e Ottiglio, delle associazioni culturali del territorio e delle tenute, Tenaglia e Santa Caterina, che da anni aprono le loro porte ai musicisti di Divertimento Ensemble e al pubblico che li segue.

E poi ci sono le collaborazioni tra i diversi Corsi di IDEA, l’Accademia di Divertimento Ensemble, da cui “escono” gli artisti dei concerti di Rondò in Monferrato, applauditi anche a Milano durante la stagione invernale di Divertimento Ensemble o in altre sedi nazionali e internazionali.

I Direttori selezionati dal Corso di Direzione d’orchestra per il repertorio per ensemble dal primo Novecento ad oggi, che fino allo scorso anno Divertimento Ensemble ha tenuto proprio in Monferrato e che quest’anno terrà a Milano, a causa degli esiti della pandemia da Covid-19, nel rispetto delle norme di distanziamento che richiedono di lavorare in spazi particolarmente ampi, come spiega Sandro Gorli nella sua presentazione di Rondò in Monferrato 2020, posta di seguito.

Le cantanti e i musicisti dei corsi dedicati alla voce contemporanea, al pianoforte e alla musica da camera con pianoforte, affidati agli insegnamenti del soprano Alda Caiello e della pianista Maria Grazia Bellocchio, peraltro protagonista del concerto inaugurale di Rondò in Monferrato 2020.
Esito di queste collaborazioni, oltre all’anteprima del 29 agosto, tutti e cinque i concerti che compongono il cartellone della manifestazione, il primo dei quali in programma venerdì 4 settembre.

LA NOTA DEL DIRETTORE ARTISTICO

Di Rondò in Monferrato scrive Sandro Gorli, direttore artistico e musicale di Divertimento Ensemble, guida del Corso di Direzione: «Il rientro dalla pausa agostana coincideva in passato per Divertimento Ensemble con la realizzazione in Monferrato del Corso di Direzione d’orchestra per il repertorio per ensemble dal primo Novecento ad oggi.

Quest’anno, gli esiti della pandemia ci hanno costretti a una revisione del nostro abituale “programma di lavoro”: in particolare realizzeremo il Corso di Direzione a Milano, alla Fabbrica del Vapore presso la nostra sala prove, e non al Teatro di Moncalvo come in passato, nel rispetto delle norme anti contagio che ci richiedono di provare in ambienti ampi, ove sia possibile il giusto distanziamento.

I concerti collegati al Corso saranno invece, come ogni anno, offerti al pubblico monferrino: ci sposteremo nelle splendide sedi che questo territorio ci mette a disposizione, confermando il tradizionale cartellone di Rondò in Monferrato, la nostra stagione concertistica piemontese.

Una scelta questa, condivisa con tutti i partner di Rondò in Monferrato. Non si è voluto creare alcuna frattura, ma insieme si è inteso proseguire nella collaborazione che da nove anni fa del Monferrato uno dei nostri palcoscenici. Un’occasione di musica dal vivo, che viene dopo il periodo della chiusura e del silenzio forzati, che ci permette di ritrovarci, nonostante tutto, insieme e in presenza: un segnale importante per noi musicisti, ma anche per i luoghi che ci ospiteranno, in un clima di ritrovata normalità, con il pubblico che non ha mai mancato di farci sentire la propria partecipazione».

I CONCERTI DA CAMERA

Venerdì 4 e sabato 5 settembre

Protagonista del concerto inaugurale a Grazzano Badoglio, il 4 settembre, sia in veste solistica che in duo con il violoncellista Relja Lukic, la pianista di Divertimento Ensemble Maria Grazia Bellocchio. Due studenti selezionati dal Call for Young Performers, corso di pianoforte e musica da camera con pianoforte tenuto dalla stessa Maria Grazia Bellocchio nell’ambito delle attività formative di IDEA, saranno in scena a Ottiglio la sera successiva, sabato 5 settembre.
Entriamo nel dettaglio di questi primi due appuntamenti.
In occasione dell’inaugurazione di Rondò in Monferrato 2020, venerdì 4 settembre nella Chiesa Parrocchiale di Grazzano Badoglio, la pianista Maria Grazia Bellocchio e il violoncellista Relja Lukic renderanno omaggio, nel duecentocinquantesimo della nascita di Ludwig van Beethoven, al compositore di Bonn, le cui opere saranno affiancate a quelle di due compositori ungheresi, György Kurtág e György Ligeti, amici e sodali, riconosciuti come voci tra le più autorevoli della scena musicale contemporanea.

Sarà quindi il giovane duo selezionato dal Call for Young Performers di pianoforte e musica da camera con pianoforte il protagonista del successivo appuntamento a Ottiglio, alle ore 18.00 di sabato 5 settembre presso la Chiesa di Sant’Eusebio, che per la prima volta ospita un concerto di Rondò in Monferrato: si tratta della violinista Émilie Chigioni e del pianista Giorgio Lazzari. Il loro concerto prosegue l’omaggio a Beethoven, iniziato con il concerto inaugurale, propone una delle più celebri pagine di Schubert per la particolare formazione, ripresenta il nome di György Kurtág, quindi quello di Stefano Gervasoni, nel 2020 Compositore ospite della stagione milanese di Divertimento Ensemble, la cui musica è stata altresì oggetto di studio in occasione del Call frequentato da Émilie e Giorgio.

I CONCERTI VOCALI

Mercoledì 9 settembree l’anteprima di sabato 29 agosto

Dopo i musicisti selezionati dal Corso di pianoforte e musica da camera con pianoforte di IDEA, sarà la volta di quattro cantanti selezionate dal Call for Young Performers, Corso
annuale di Canto tenuto dal soprano Alda Caiello: Manuela Rasori, Valentina Piovano, Valeria Matrosova e Felicita Brusoni. Il loro concerto è programmato per mercoledì 9 settembre alle 20.45 alla Tenuta Tenaglia. Vario e articolato il programma presenterà al pubblico pezzi esemplificativi dei tanti modi in cui la voce può essere utilizzata dai compositori di oggi, delle sue diverse possibilità espressive e tecniche, fonte di ispirazione per pagine originali, di grande fascino all’ascolto.
Selezionata dal Call for Young Performers di Canto anche la voce protagonista dell’anteprima di Rondò in Monferrato, sabato 29 agosto alle ore 11.30 presso i Portici di Piazza Carlo Alberto: il soprano Maria Eleonora Caminada, impegnata nell’esecuzione di Così parlò l’Arbabanel di Niccolò Castiglioni, pezzo registrato dall’artista durante il lockdown e presentato al Concorso per interpreti under 30 #iorestoacasa e #suonoperte organizzato da Divertimento Ensemble nei mesi della chiusura di tutte le attività artistiche. L’interpretazione di Maria Eleonora Caminada è stata premiata dalla commissione del Concorso: specificamente Maria Eleonora ha vinto la prima esecuzione assoluta di un pezzo per voce ed ensemble scritto per lei da Edoardo Dadone, che sarà Compositore in residence di Rondò 2021, la stagione milanese di Divertimento Ensemble.

I CONCERTI ORCHESTRALI

Sabato 12 e domenica 13 settembre

A conclusione di Rondò in Monferrato saranno in scena i direttori del Corso di Direzione d’orchestra per il repertorio per ensemble dal primo Novecento ad oggi, quest’anno alla XVI edizione.
Come da tradizione i lavori del Corso saranno presentati al pubblico in due concerti con sede a Moncalvo e a Grazzano Badoglio. A causa della pandemia, che richiede di lavorare in spazi ampi che permettano il giusto distanziamento, il Corso di Direzione quest’anno non si svolgerà come sempre nel Teatro di Moncalvo, ma per la prima volta a Milano alla Fabbrica del Vapore, dove Divertimento Ensemble ha la propria sala prove.

I direttori e Divertimento Ensemble si sposteranno in Monferrato soltanto per i concerti conclusivi e le rispettive prove generali: il 12 settembre sotto i Portici di Piazza Carlo Alberto e non nel Teatro di Moncalvo poco distante, per gli stessi motivi per i quali in Teatro non è possibile tenere il Corso, e il 13 settembre nel giardino della Tenuta Santa Caterina.

Ai due concerti prenderà parte anche il soprano Giulia Zaniboni, già nota al pubblico monferrino, che ha avuto modo di applaudirla in occasione dell’anteprima di Rondò in Monferrato 2019 e di concerti nel 2018 e nel 2019. Anche la sua è una delle voci selezionate dal Call for Young Performers, corso annuale di Canto tenuto dal soprano di Alda Caiello.

Il repertorio per ensemble, che rappresenta una percentuale molto alta della produzione contemporanea, sarà al centro del Corso e degli stessi concerti conclusivi.

In programma innanzitutto l’esecuzione di De vulgari eloquentia lavoro del 1984 di Claudio Ambrosini, compositore veneziano, quest’anno tutor del Corso di Direzione.

Insieme a quello di Ambrosini, altri quattro lavori: Cabaret Voltaire per voce e ensemble (2002) di Hans Zender e per ensemble Drawing (2004) di Toshio Hosokawa, Der Schuh auf dem Weg zum Saturnio (2010) di Fabio Nieder e il più recente Gesualdo senza parole (2013) di Salvatore Sciarrino.

Veniamo infine ai direttori selezionati per partecipare al Corso, che con queste pagine si confronteranno: dieci, come ogni anno, provenienti da tutto il mondo, con una cospicua presenza femminile.

Si tratta della coreana Yeo Ryeong Ahn, della russa Sofya Averchenchova, della giapponese Musashi Baba, dell’austriaca Hannah Eisendle, della georgiana Nino Shervashidze, del rumeno Vlad-Răzvan Baciu, dell’americano Elias Peter Brown, degli italiani Fabio Conocchiella, Mauro Mariani e Alvise Zambon.

Come ogni anno, dopo i concerti a Moncalvo e a Grazzano, l’Ensemble e i Direttori torneranno a Milano per ulteriori due concerti, programmati per lunedì 14 settembre alla Fabbrica del Vapore nell’ambito di DEstate, prima stagione estiva di Divertimento Ensemble.

Ricerca in corso...