Stereodramma: un concerto raccontato per 'Let's Rock - Musica Oltre i Muri'

Sabato 15 febbraio, alle 21, il Salone Vitoli ospiterà lo spettacolo con Carlot-ta e Alessandro Barbaglia

CASALE MONFERRATO

Torna sabato 15 febbraio, alle 21, l'appuntamento con la rassegna Let's Rock: musica oltre i muri', promossa e organizzata dall'Associazione Culturale VitaminaT con il Patrocinio e la collaborazione del Comune di Casale Monferrato,con una serata dedicata alla musica cantautorale e alla letteratura contemporanea dal titolo 'Stereodramma: storie orientate, attorno al muro', che vedrà protagonisti la cantautrice vercellese Carlot-ta (Carlotta Sillano) e lo scrittore Alessandro Barbaglia,nella suggestiva location del Salone Vitoli del Museo Civico cittadino.

Se non fosse un muro sarebbe un racconto, se non fosse un racconto sarebbe una canzone. E invece è uno stereodramma; un concerto raccontato, fatto di storie e musiche, che sarà possibile ascoltare e insieme vedere solo se non ci si lascerà ostacolare dal muro. Un muro capace di dividere anche i sensi, scompaginando occhio e orecchio. Una performance bilaterale, fatta di voci che arrivano da oltre il confine, di musiche che scavalcano le barriere, di immagini che non combaciano sempre alle parole e di un muro, appunto, da attraversare. Intrecciando parole e musica, Carlot-ta (cantautrice) e Alessandro Barbaglia (scrittore) proporranno agli spettatori del loro Stereodramma uno spettacolo spiazzante e asimmetrico i cui tasselli saranno ricomposti dal pubblico stesso che si troverà, alla fine del viaggio, oltre il limite del muro. Nel luogo in cui tutte le narrazioni, partite da chissà dove, s'incontrano in un sol punto”.

La serata completa il programma di 'Let's Rock: musica oltre i muri', un cartellone di eventi musicali e artistici proposto da VitaminaT in vari spazi cittadini di interesse e iniziato lo scorso autunno 2019 in omaggio al trentennale della caduta del muro di Berlino, che ha visto nei precedenti appuntamenti, dedicati rispettivamente alla musica rock, al rap e alla musica sperimentale, musicisti provenienti dal panorama cittadino e ospiti di rilevo nazionale alternarsi sul palco del Salone Tartara e nel Castello di Casale, confrontandosi sul il tema del muro nelle sue molteplici accezioni: dallo sgretolamento del muro di Berlino, confine fisico tra genti e luoghi, ai muri ideologici e discriminatori, i muri personali e mentali, barriere che precludono l’incontro e il confronto.

«La scelta di un concerto della rassegna Let’s Rock nello scenografico salone Vitoli – ha spiegato l’assessore alla Cultura, Gigliola Fracchia – si inserisce nel percorso di apertura del Museo Civico alla città: un dialogo continuo tra territorio e sale espositive, ma anche tra appassionati di arti diverse, in un confronto e un arricchimento reciproci». In occasione dello spettacolo la Pinacoteca del Museo Civico di Casale rimarrà aperta nella serata di sabato 15 febbraio e sarà visitabile liberamente da parte degli spettatori.

La direzione artistica della serata è stata affidata alla cantautrice Carlot-ta,voce, pianoforte, chitarra: al secolo Carlotta Sillano, nasce a Vercelli nel 1990. Suona il pianoforte, la chitarra e scrive canzoni. La sua musica, costruita attorno a un pianismo classicheggiante ma energico, può essere descritta come sintesi di un songwriting complesso, formale e un puro spirito pop. Ha all’attivo tre album di canzoni e dal 2010 ha avuto modo di esibirsi in più di trecento club, piazze, teatri, festival in Italia e in Europa (Auditorium Parco della Musica, Premio Tenco, Premio Ciampi, JazzMi, MiTo Settembre Musica, Torino Jazz Festival, Veneto Jazz, Jazz:re:found, M.E.I, Festival dei Due Mondi, Salone del Libro di Torino, Liverpool Sound City, Paratissima Skopje) condividendo il palco con artisti di fama nazionale e internazionale. Il suo disco d’esordio, Make me a picture of the sun (Anna the Granny/Audioglobe, 2011), è statoinsignito del Premio Ciampi – città di Livorno come miglior debutto discografico del 2011 e della Targa M.E.I. Supersounds per il miglior disco dell’anno, e segnalato tra i cinque candidati alla Targa Tenco. Nel 2014 esce Songs of Mountain Stream (Brumaio Sounds/Audioglobe, 2014), dedicato alla montagna, e nello stesso anno Carlot-ta riceve il Premio SIAE alla Creatività durante il Festival dei Due Mondi di Spoleto. Il suo ultimo album Murmure (Incipit/Egea, 2018) registrato tra Italia, Svezia e Danimarca è un disco per organo a canne, voci e percussioni.

Voce narrante dello spettacolo sarà Alessandro Barbaglia, poeta e libraio di Novara nato nel 1980. Nel 2017 ha pubblicato con Mondadori La Locanda dell’Ultima Solitudine, finalista al Premio Bancarella, mettendosi in evidenza con una scrittura costellata di giochi linguistici, invenzioni verbali e lampi ironici che non perde mai di leggerezza. L’Atlante dell’Invisibile (2018) è il suo secondo romanzo. Nel 2019 ha dato vita in collaborazione con Bottega Miller a un progetto dal titolo Pocket Stories – Storie da taschino, un programma di podcast in cui racconta “storie vere al 97%, quanto basta per lasciare spazio all'immaginazione di chi racconta. Storie che si infilano nelle pieghe della realtà per recuperare un succo al sapore di incredibile”.

I biglietti per l’evento saranno disponibili in loco al prezzo di 5 euro con possibilità di prenotazione via mail all’indirizzo di posta elettronica ass.vitaminat@gmail.com o tramite conferma di prenotazione al link https://facebook.com/events/s/stereodramma-storie-orientate-/2597863273790746/?ti=cl.

E’ consigliata la prenotazione.

Ricerca in corso...