La Spoon River di Casale Monferrato

Venerdì 24 febbraio esibizione dell'orchestra del 'Saluzzo Plana' all'auditorium San Filippo. Ospite speciale il regista Francesco Ghiaccio. Incasso devoluto ad Afeva

CAALE MONFERRATO

L'idea era venuta circa un anno fa a Beppe Manfredi, il compianto presidente dell'Afeva, Associazione Familiari e Vittime dell'amianto, scomparso a Ferragosto: coinvolgere l'orchestra del Liceo Musicale 'Saluzzo – Plana' di Alessandria, diretta da Enrico Pesce, e gli studenti casalesi in un concerto che ricordasse le vittime della fibra killer. Il primo concerto, dal titolo 'Note di te nel deserto del Piccolo Principe' si svolse il 15 gennaio 2016 all'auditorium San Filippo e ottenne un grande successo.

Quest'anno si replica e venerdì 24 febbraio, alle 21, sempre al San Filippo andrà in scena 'La Spoon River di Casale Monferrato', ispirata all''Antologia di Spoon River' di Edgar Lee Masters: l'orchestra del 'Saluzzo – Plana' diretta oltre che da Enrico Pesce anche da Alessandra Gho e Marco Silletti, contrappunterà con le proprie esecuzioni le parole toccanti che l'Afeva ha dedicato ai suoi amici uccisi dal mesotelioma pleurico.

Le letture saranno a cura delle studentesse e dagli studenti dell'istituto superiore 'Cesare Balbo' di Casale Monferrato.

L'evento sarà impreziosito dalla presenza di Francesco Ghiaccio, scrittore, sceneggiatore e regista, autore del film "Un posto sicuro". Nel corso del concerto Ghiaccio leggerà alcune pagine del suo omonimo libro accompagnato al pianoforte da Enrico Pesce.

Il biglietto costa 5 euro, ricavato interamente devoluto all'Afeva. In allegato il programma completo del concerto.

Ricerca in corso...