Doppio appuntamento con 'Medea' a Rosignano e a Sala

Domenica 3 febbraio: alle 16 lo spettacolo 'Medea@Medeo' , alle 18.15, la presentazione del vinile di Cherubini

ROSIGNANO MONFERRATO

Domenica 3 febbraio, dalle ore 16 la Stagione del Teatro Comunale Ideal prosegue con l’esperienza del “Teatro diffuso” unendo, nella programmazione tematica e nella partecipazione, due Comuni “Unesco”: Rosignano e Sala Monferrato. Due le Arti unite in un unico tema – Musicologia e drammaturgia presentate nella veste di Arte Classica e contemporanea. Memoria e attualità.

Spiega Angela Tudisco, direttrice della stagione teatrale di Rosignano: «La collaborazione tra i Comuni è uno degli elementi vincenti per attuare anche un’offerta Culturale e Turistica che promuova efficacemente il territorio; molto spesso la contemporaneità degli eventi risulta penalizzante e molte belle iniziative non vengono sufficientemente valorizzate. Alla luce di questa premessa si può comprendere che l’iniziativa dei due Comuni rappresenta un’importante scelta. Il tema prescelto è certamente di interesse nazionale, ancor prima che locale, le devianze determinate dalla sete di potere, i tradimenti di ogni genere e la terribile piaga della vendetta, sono tutti aspetti affrontati nello spettacolo che andrà in scena con la – tragedia simbolo – che dall’antichità viene ripetutamente presa a riferimento: “Medea”. Quello di Medea è uno dei miti più antichi che la tradizione ci abbia consegnato ma, paradossalmente è forse il più ‘moderno’ e scabroso tra quelli conosciuti. Per il suo carattere misterioso e, per certi aspetti, demoniaco, il personaggio di Medea ha goduto di vastissima fortuna tanto in età antica quanto in età moderna e contemporanea. Questo grande interesse ha portato a numerose rivisitazioni del mito che acquista, di volta in volta, caratteri nuovi».

In questo terzo spettacolo della Stagione dell’Ideal, curato dell’Associazione “AmbientArti in Europa e nel Mondo”, con la direzione artistica della Dott.ssa Angela Tudisco, viene evidenziato anche un elemento tristemente attuale della cronaca: gli infanticidi – omicid- suicidi di alcune “Medee” ma in maggior numero, di tanti “Medeo“ contemporanei. La messa in scena è del Laboratorio Teatrale “C.Balbo” con la Regia di Maria Paola Casorelli .Il Laboratorio dell’Istituto Superiore “C. Balbo” ha al suo attivo ripetuti successi per le sue esibizioni al Festival del Teatro Classico di Siracusa sapientemente diretti dalla Regista Casorelli e, lo scorso anno, ha riscosso pieno successo anche al Teatro di Rosignano.

Medea di Cherubini a Sala Monferrato

Tra le numerose opere che si sono ispirate alla Medea dell’antica Grecia celebre è certamente il film del 1969, diretto da Pier Paolo Pasolini che il regista volle interpretato da Maria Callas che aveva già mirabilmente registrato la “Medea di Cherubini” nel 1957 con la Casa Editrice Ricordi La presentazione del “Remake” del vinile della Medea, uscito poi nel 1958 e, la sua storia, verranno proposti, dopo lo spettacolo del Teatro Ideal, alle 18,15, a Sala Monferrato, nella Sala Consiliare, dal giornalista Claudio Ricordi il quale anticiperà anche - in anteprima - la ristampa del libro dedicato a Nanni Ricordi ;il celebre editore, “inventore anche dei cantautori” come viene definito che aveva fatto del Monferrato il suo “buen retiro”. Il Comune di Sala Monferrato (dove Nanni Ricordi aveva scelto di vivere e, dove ancora oggi, vive la sua compagna di vita, Alessandra Gasparinetti),lo scorso anno gli ha dedicato uno spazio in forma di polo musicale ossia un “micro-museo attivo” ed è per questo che, in suo omaggio, viene presentato, in anteprima il “remake del vinile” della Medea di Cherubini interpretato dalla Callas.

La partecipazione a tutti gli eventi è libera ad esaurimento posti.

Ricerca in corso...