Novipiù, la settima meraviglia: domata anche Trapani

Tomassini guida (20 punti),Sanders chiude (11) e il pubblico abbraccia il ritorno Marcius: 76-65 il finale, domenica il derby a Voghera contro Tortona

CASALE MONFERRATO

E' una vera e propria battaglia agonistica quella tra Novipiù Casale e Lighthouse Trapani, con le due formazioni che fin dal primo quarto mettono in scena un grande basket. Alla fine è la Novipiù, a partire dal secondo quarto, a iniziare a premere sull’acceleratore fino al 76-65 finale.

Jefferson e Tomassini spaccano la partita: il ritmo è già alle stelle e Spizzichini realizza il 4-6. Trapani prova a premere sull'acceleratore con Viglianisi, ma la Novipiù non ci sta e porta a casa punti con Severini e Martinoni: la formazione ospite non cede di un centimetro sotto canestro e si riporta in vantaggio con Ganeto (12-15). Ci pensa Tomassini a pareggiare i conti, ma Jefferson ha le mani infuocate: i siciliani stringono le maglie della difesa e Simic chiude il quarto sul 12-15.

E' un secondo quarto che parte subito in quinta con i canestri di Ganeto e Severini, mentre le due formazioni si danno battaglia sotto la plance: se Blizzard va a segno da una parte, dall'altra è Testa a muovere la retina e a firmare il 21-25. Severini realizza solo uno dei liberi a disposizione, ma ci pensano poi Martinoni e Blizzard a insaccare dalla lunga distanza; Bossi scalda la mano, mentre la Novipiù prova ad alzare il muro in difesa (28-30). Casale cerca una reazione e Tomassini si carica i suoi sulle spalle e manda le squadre all'intervallo sul 35-30.

I canestri di Sanders e Jefferson aprono il terzo quarto: Ganeto è chirurgico dalla lunetta, ma è ancora una volta di Tomassini il canestro che vale il 39-34. I rossoblu aumentano la loro aggressività difensiva, ma Jefferson riesce ad andare a segno dei 6.75; la Novipiù ha difficoltà a trovare il canestro, ed è ancora Trapani ad approfittarne, riportandosi sul 41-40. E' il solito Tomassini a non dare tregua alle difesa siciliana, ma dall'altra parte c'è Ganeto a fare altrettanto, seguito da Jefferson (43-46); Casale lotta a rimbalzo e prova a tenere testa alla fisicità di Trapani. Marcius impatta ancora una volta il punteggio, ma è la tripla di Valentini a far esplodere i 1806 del PalaFerraris (49-47): Bossi fa muovere ancora una volta la retina dei suoi, ma la Novipiù ha fame di vittoria e Valentini e Marcius sfruttano completamente l'antisportivo fischiato a favore dei rossoblu, ma è Bossi a chiudere sul 54-51.

Il canestro di Jefferson e la tripla di Severini mantengono la sfida adrenalinica, con la Junior che continua a far muovere la retina con il solito Tomassini (57-53). I rossoblu alzano il più possibile il muro difensivo e Trapani ritorna a fare punti solo dalla lunetta; Casale vuole arrivare alla fine con un unico risultato e così si armano le due bocche da fuoco rossoblu, Sanders e Blizzard. La coppia americana porta la squadra sul 64-55. Renzi prova a salire in cattedra per i siciliani ma ci pensa anche Severini a realizzare dai 6.75 metri e la Novipiù sembra infermabile: ancora Sanders e il canestro quasi al termine di Spizzichini serve solo per definire il punteggio. La Novipiù vince la settima partita consecutiva 76-65.

NOVIPIU' CASALE MONFERRATO – LIGHTHOUSE TRAPANI 76-65

(15-19; 35-30; 54-51)

NOVIPIU' CASALE MONFERRATO: Ielmini ne, Banchero ne, Nicora ne, Denegri 2, Tomassini 20, Valentini 5, Blizzard 10, Martinoni 9, Severini 13, Bellan, Sanders 11, Marcius 6. All. Ramondino

LIGHTHOUSE TRAPANI: Jefferson 19, Bossi 10, Renzi 11, Testa 4, Guaiana ne, Ganeto 11, Mollura, Viglianisi 2, Spizzichini 6, Perry ne. All. Ducarello


LE INTERVISTE

Coach Ugo Ducarello: "Faccio sicuramente i complimenti a Casale per la partita e la sua situazione in classifica, ma voglio fare i complimenti anche alla mia squadra perchè abbiamo lavorato onorevolmente. Ci siamo sforzati molto in fase difensiva: questo nel primo tempo ha funzionato bene su Sanders, meno su Tomassini. Nella seconda parte della partita siamo stati in partita per diversi minuti, ma dobbiamo essere più lucidi e ragionare di squadra".

Coach Marco Ramondino: "E' stata una partita super, di grande fisicità e dettagli tecnici di cui abbiamo tenuto cura durante la partita e che hanno fatto la differenza e si è visto. Dal secondo quarto in poi ho avuto la sensazione che stessimo venendo a capo della partita: non ho chiamato timeout nel secondo tempo, ma la squadra ha fatto le scelte giuste, ha giocato con durezza ed è salita anche la qualità offensiva. Siamo molto contenti di questa prestazione che è l'ennesima fatta in una situazione d'emergenza, con Marcius che ha giocato più del dovuto, senza Cattapan e con Denegri che ha la mano sinistra infortunata: va quindi ricordata per la capacità della squadra di trovare sempre risorse mentali, fisiche e tecniche".

Niccolò Martinoni: "Trapani è una squadra sempre difficile e quest'anno davvero forte: hanno dimostrato il loro valore ma noi siamo stati bravi a fare quello che ci eravamo prefissati. Marcius? Il grosso merito va fatto a Cattapan per non avercelo fatto rimpiangere, adesso, con il suo rientro, aggiungiamo un giocatore di alta qualità: oggi era solo al 40%, ma ci lavoreremo sopra per far si che il suo reintegro sia il più facile possibile e ovviamente aspettiamo anche Cattapan. Siamo una squadra affamata, questo 7-0 per noi dura fino a martedì, quando rientriamo in palestra; arriveranno sconfitte? Probabilmente si, ma la nostra mentalità deve essere sempre questa”.

Ricerca in corso...