La decima festa provinciale Anpi a Casale Monferrato

Si svolgerà dal 15 al 17 giugno al Mercato Pavia: tre giorni di cultura, musica, buon cibo e buon vino!

CASALE MONFERRATO

Da due anni a questa parte, le sezioni Anpi della Provincia di Alessandria hanno concordato di rendere itinerante l’annuale Festa Provinciale.

Per questo motivo la città di Casale Monferrato ospiterà la decima edizione della Festa Provinciale ANPI presso il Mercato Pavia, e Salone Tartara, nei giorni 15/16/17 giugno.

Tre giorni ricchi di cultura, musica, buon cibo e buon vino.

Col titolo “Il nostro cuore al lavoro per la Costituzione”, si intende mettere a fuoco i punti cardine della manifestazione:

- Il cuore, quindi la Memoria che l’ANPI si preoccupa di tramandare.

- Il lavoro e le tematiche sociali, spesso relegate a vacui slogan elettorali.

- La Costituzione che festeggia i settant’anni dall’entrata in vigore. Frutto di uno dei periodi più bui della nostra storia.

Ecco il commento del sindaco di Casale Monferrato Titti Palazzetti durante la conferenza stampa di martedì 5 giugno: “Sono orgogliosa di accogliere nella Sala Consiliare l’ANPI, associazione che ha il compito di mantenere viva la memoria della lotta partigiana e di difendere i valori della nostra Costituzione: libertà, uguaglianza e solidarietà sono i cardini della nostra Repubblica Democratica. Ospitare la festa provinciale dell’ANPI a Casale Monferrato ci fa onore e la festa offrirà a tanti cittadini occasioni culturali di approfondimento e riflessione, sarà un momento di coesione per testimoniare il nostro antifascismo, in un periodo in cui i mostri del passato sembrano rinascere”.

Il presidente della sezione locale ANPI Gabriele Farello ringrazia la squadra che si è venuta a creare negli ultimi tempi formata da associazioni, amministrazione, istituzioni, iscritti ANPI: “senza di loro non avremmo potuto realizzare nulla. In questo periodo storico nel quale si palesano sempre più apertamente ideologie di discriminazione, odio per le diversità, razzismo e xenofobia, è importante dare un segnale di coesione… e noi ci siamo.”

Si parte venerdì 15 giugno alle 17.30 con l’inaugurazione della festa e la presentazione delle mostre. Apertura del presidente provinciale ANPI Roberto Rossi, a seguire Gabriele Farello presidente ANPI locale, Gianfranco Baldi presidente della Provincia di Alessandria, il sindaco Titti Palazzetti, Il Presidente del Comitato Unitario Antifascista Germano Carpenedo e Mons. Vescovo Gianni Sacchi.
Dopocena avrà luogo la presentazione del libro “Matite sbriciolate” di Antonella Bartolo Colaleo. È la storia della prigionia del capitano Antonio Colaleo nella quale si rispecchiano le vicende dei tanti Internati Militari Italiani (I.M.I.) i quali dopo la proclamazione dell’armistizio dell’8 settembre 1943 si rifiutarono di combattere a fianco della Germania; arrestati, privati dei loro beni, deportati nei territori del Reich, vissero quasi due anni nei lager nazisti, sottoposti a violenze e maltrattamenti, soffrendo la fame e il freddo.

Con alcune matite sbriciolate nelle tasche perché non fossero sottratte alle perquisizioni, il capitano Antonio Colaleo immortalò i campi di prigionia in 34 disegni: immagini di baracche, torrette e filo spinato, cieli cupi e ventosi, grandi spazi sotto la neve. Il libro raccoglie anche il dettagliato diario di prigionia.

A cura di Giorgio Milani verranno proposte alcune letture tratte dall’opera. Modera Andrea Desana.

La serata proseguirà con il cantautore Carmelo Spadaro, in arte Wholebrain, il quale proporrà pezzi propri e canti popolari.

Canovaccio analogo per sabato 16 giugno. Parallelamente al torneo di scacchi Open Semilampo, avranno luogo le proiezioni di due importanti docufilm. Alle 17.30 “La rivincita di Casale Monferrato - Storie Resilienti”, di Rosy Battaglia e Marco Balestra. In collaborazione con CGIL e AfeVA.

A seguire “Vertenza Borsalino” realizzato dalla CGIL. Presentazione a cura di Franco Armosino (Segretario Provinciale CGIL),Maria Iennaco (CGIL) e alcuni dipendenti dell’azienda.

Alle 21 il primo dei due eventi di maggior rilievo della manifestazione: la compagnia teatrale professionista dei Faber Teater propone uno spettacolo su Bruno Neri: il calciatore partigiano. Bruno Neri fu un calciatore professionista esemplare, colto e raffinato, giocò nella Fiorentina e nel Torino, nonchè in nazionale con Piola e Meazza. Fu anche il comandante partigiano «Berni», morto all’età di 34 anni in uno scontro a fuoco con i nazifascisti nell’appennino tosco-romagnolo. Tra gli sportivi che si impegnarono nella Resistenza fu il caso più noto.

A introdurre la serata sarà Massimo Novelli, già giornalista per La Repubblica e ora per Il Fatto Quotidiano e Il Mattino di Napoli. Egli infatti presenterà il proprio libro sul personaggio.

La serata scorrerà alla conclusione con la cover band casalese “L’Officina della Musica” che proporrà pezzi blues e una selezione di Lucio Battisti.

Programma più ampio domenica 17 giugno. La prima parte della giornata sarà dedicata alle famiglie. Ritrovo alle 9.30 presso la Cittadella per la camminata “Tra Storia e Memoria - Dalla Cittadella al Parco Eternot”. Alla portata di tutti, lungo i 5 Km percorsi in circa 2.5 ore, verranno toccate le seguenti tappe: Cittadella, Paraboloide, Parco Buzzi, Furnasetta, Casa Cerrano, Eternot, Mercato Pavia. A illustrare il nostro patrimonio storico e industriale saranno Maria Consolata Buzzi (Presidente dell’’Associazione Il Cemento) e Daria Carmi (Assessore alla Cultura e Manifestazioni), Mauro Bonelli (ISRAL),Bruno Pesce (AfeVA).

Al rientro dalla camminata accoglienza con Mauro Coppa e lo spettacolo di giocoleria CIRCOPS!. Dopo pranzo, divertimento musicale con Luca e Carlo.

Alle 17.30 avremo l’onore di ospitare la chiacchierata dal titolo “Con la Costituzione nel cuore”: Presenti la presidente nazionale ANPI Carla Nespolo e Carlo Smuraglia, partigiano e suo predecessore. Moderano il torinese, storico del diritto, Francesco Campobello e Maria Luisa Bianco, ordinaria di Sociologia presso l’Università del Piemonte Orientale.
Cena di conclusione allietata dalla lounge music dei “The Revenge”.

Nel corso della tre giorni saranno visionabili due esposizioni:

- “Il treno di Teresio”, I deportati del trasporto 81 da Bolzano al lager di Flossenbürg (5-7 settembre 1944),tra i quali il partigiano pavese Beato Teresio Olivelli. Personaggio presentato in gennaio dalla Diocesi di Casale Monferrato.

- “Tre anni di Storia d’Italia”, Mostra storico documentaria a fumetti sulla Resistenza tratta da “Il Pioniere”, giornalino diretto da Gianni Rodari e Dina Rinaldi.

Presenti inoltre numerosi stand delle seguenti realtà con i propri prodotti. Già sicuri della propria presenza: Gianmaria Sabatini (Artigiano della Pietra da Cantone),La Tenuta dal Pastur (formaggi di capra),Cooperativa Sociale La Meridiana (Verdura di stagione a Km.0),ANPI Alessandria (gadget, libri),ANPI Valenza (libri),ANPI Casale (libri, Amaro Partigiano),Legambiente (gadget, libri),SENAPE (gadeget),Libera (gadget, prodotti alimentari).

Il menù cerca di accontentare tutti i gusti: dallo street food napoletano proposto dall’Atelier della Pizza, ai piemontesi Cavajer dla Panissa con la loro panissa “Reale” più gli antipasti piemontesi (entrambi anche in versione vegetariana),alla grigliata mista, al dessert a sfondo sociale de LaBottega dell’ODA (Opera Diocesana di Assistenza).

Il tutto innaffiato dai Vini Beccaria di Ozzano Monferrato e dalla birra del birrificio artigianale Hordeum di Novara (ma con radici casalesi).

Immancabile, infine, il mitico Amaro Partigiano !

L’intero programma, il menù, le mostre e gli stand sono consultabili a questo collegamento: https://bit.ly/2HlfXKU

Ricerca in corso...