Il ritorno del piromane: a fuoco una decina di auto dal centro storico al Ronzone

Un nuovo raid teppistico nella notte, dall'1 alle 3, in tutta la città. Riboldi: 'Ripristinare l'assessorato alla Sicurezza'

CASALE MONFERRATO

È tornato in azione il piromane delle automobili che, con un raid teppistico paragonabile a quello della notte di San Valentino nell'anno scorso, ha danneggiato una decina di auto, una moto e un locale nella notte scorsa, tra lunedì e martedì.

Il raid è partito prima da via Paleologi, poi via Leoni e, come l'altra volta, piazza San Francesco, dove è stata danneggiata anche la vetrina della Banca del Piemonte. Poi ancora via Savio per dirigersi verso il Ronzone (dove ha più volte colpito) dando fuoco a un Suv nella rotonda di Salita Sant'Anna e poi via dei Mulini e il dehor del Circolo dei Lavoratori al Ronzone.

Sul posto immediati interventi di numerose squadre dei vigili del fuoco (con autobotti anche da Alessandria e Tortona),carabinieri del nucleo radiomobile e guardia di finanza. Ingentissimi e ancora da quantificare appieno i danni.

Le indagini sono condotte dai carabinieri che in queste ore stanno visionando le immagini dei circuiti di videosorveglianza: l'auspicio è di individuare il responsabile (o i responsabili) in tempi brevi per assicurarlo subito alla giustizia.

E sul grave episodio interviene il capogruppo di Fratelli d'Italia Federico Riboldi: "Inconcepibile che a distanza di anni possano avvenire ancora questi fatti. La reazione da radical chic dell’amministrazione comunale, che crede di combattere i delinquenti con i "gessetti colorati", si rivela In tutta la sua inconsistenza. Prendiamo atto che la sicurezza è un problema serio a Casale Monferrato. Agiamo di conseguenza con fatti concreti”.

“L'amministrazione di centrodestra, nella quale ero Assessore alla Sicurezza, fece installare in cinque anni 150 telecamere grazie alle quali decine di reati sono stati risolti, ma non sono sufficienti in un territorio così ampio; bisogna mettere da parte l’ideologia e andare avanti con il lavoro impostato. A che punto siamo adesso che sono passati altri quattro anni? Come intende reagire l’amministrazione comunale che ha abolito l’assessorato alla Sicurezza? Il centrodestra ha ben chiaro quali siano i compiti di un governo cittadino e il primo è garantire la sicurezza dei propri concittadini. Come? Installando nuove telecamere, aumentando l'organico della Polizia Locale, inserendo di conseguenza più turni serali, migliorando l'illuminazione e istituendo nuovamente l'Assessorato alla Sicurezza abolito per livore ideologico dall'attuale amministrazione".  

Ricerca in corso...