Frassineto: minaccia con ascia e martello due persone chiuse in casa

I carabinieri sono intervenuti per fermare un 26enne di origini nigeriane, portato nel reparto di psichiatria del Santo Spirito e denunciato

FRASSINETO PO

(Nella foto: i carabinieri mostrano le armi sequestrate al 26enne di origini nigeriane)

Nel primo pomeriggio di sabato, i carabinieri del nucleo operativo radiomobile e delle stazioni di Casale Monferrato e Ticineto della Compagnia di Casale Monferrato sono intervenuti presso un'abitazione di Frassineto Po dove era stata segnalata la presenza di un cittadino straniero che stava minacciando due persone che si trovavano all’interno di una abitazione.

Giunti sul posto i militari hanno trovato un nigeriano 26enne, regolare sul territorio nazionale, armato di un martello e un’ascia, che stava effettivamente minacciando le due persone e, successivamente, i militari giunti sul posto.

A seguito di vari tentativi di calmare lo straniero e dopo che il medesimo aveva colpito con l’ascia la porta dell’abitazione dei richiedenti, si è reso necessario da parte dei militari l’uso dello spray in dotazione, che ha permesso di immobilizzare il nigeriano e consentirne il trasporto presso l’ospedale di Casale Monferrato, dove è stato ricoverato nel reparto di Psichiatria, senza che nessuno rimanesse ferito.

L'uomo è stato denunciato per violenza e minaccia a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere.

Ricerca in corso...