CpiArt: tre nuovi corsi per adulti di disegno, poesia e musica

Maggiore spazio alla creatività, implementando e talvolta incrociando i saperi dei docenti coinvolti. Aperte le iscrizioni

CASALE MONFERRATO

Nell’ambito delle sue molteplici iniziative, il Cpia – Centro Provinciale Istruzione Adulti 'Maestro Alberto Manzi', è lieto di annunciare che dal mese di ottobre potenzierà la sua proposta didattica dedicata alla cittadinanza, aggiungendo ai consueti corsi brevi (lingue straniere e informatica) e lunghi (disegno e pittura),alcuni corsi di nuova ideazione.

Nello specifico, verrà data una maggiore attenzione alla creatività, implementando e talvolta incrociando i saperi dei docenti coinvolti, al fine di offrire percorsi originali e interessanti, indirizzati a chi ha piacere non solo di migliorare il proprio livello culturale, ma aspira ad una consapevolezza e benessere, dati dalla gioia di saper fruire e condividere un bene artistico.

Presso il Palazzo Hugues di via Oliviero Capello 3 a Casale Monferrato, nasce dunque 'CPIart': una sezione artistica che comprende i corsi di disegno e pittura, storia della musica, poesia e scrittura creativa. I programmi corsistici sono pensati in relazione tra loro, condividendo temi di studio comuni, proponendo obiettivi e finalità in perfetta armonia.

I corsi sono di 'Disegno e Pittura', a cura di Cecilia Prete, di poesia, a cura di Marco Ferrari, e di 'Musica, storia e società' a cura del maestro Massimo Marchese e sono stati presentati nei giorni scorsi dai tre insegnanti assieme alla dirigente scolastica Rossana Gianella.

I corsi si attiveranno in caso di raggiungimento di un numero minimo di iscritti: quello di 'Disegno e pittura' e di 'Musica, storia e società' partiranno a breve, quello di poesia a gennaio.

Per informazioni sulle iscrizioni e sui costi contattare la segreteria del Cpia in Via Oliviero Capello, 3 – Telefono 0142 213007 – ALMM09700T@istruzione.it

Corso 'Disegno & Pittura' a cura di Cecilia Prete

Il corso 'Disegno & Pittura' diretto da Cecilia Prete è suddiviso su due livelli in orario 17.30-20.30, a cadenza settimanale (martedì corso intermedio-avanzato; giovedì corso base).

Questo corso, strutturato seguendo il calendario scolastico ministeriale da ottobre a maggio, si basa su 30 incontri di 3 ore ciascuno, per un totale di 90 ore di lezione. Il monte-ore così elevato, permette anche ai neofiti e a chi, caparbiamente sostiene di essere negato nel disegno, di ottenere straordinari risultati e soddisfazioni. Obiettivi degli incontri sono: imparare ad approcciarsi all’arte figurativa e astratta; padroneggiare svariate tecniche grafo-pittoriche; saper leggere, copiare e interpretare un’immagine; formare e stimolare il pensiero critico, aumentando sensibilità e creatività personale.

Proprio perché imparare a disegnare e dipingere significa confrontarsi con universi stimolanti ed in continua evoluzione, le attività non saranno mai ripetitive e l’assimilazione di un metodo di lavoro coerente e pratico, sarà in grado di far affiorare personalità e gusto, donando sicurezza e serenità.

A tal proposito, infatti, non si sottovaluterà il potere terapeutico della pittura che via via si farà strada. I soggetti trattati sono “i classici dei grandi Maestri”: il paesaggio, la natura morta, gli animali, la figura umana e il ritratto, uniti ad un tema dominante (la finestra),sul quale poggeranno esercitazioni e rielaborazioni. L’indagine delle opere riferite a questo elemento di studio sconfinerà nelle varie epoche, a partire dalle opere più famose a quelle meno conosciute o molto recenti, toccando esempi figurativi e astratti. Molta attenzione sarà rivolta allo studio interpretativo, in quanto essendo un percorso lento e talvolta difficoltoso, necessita di un’applicazione costante, motivata e sapientemente guidata. L’impegno più importante sarà quello di offrire agli studenti stimoli versatili e di alto livello, al fine di aiutarli a comprendere meglio sé stessi, al fine di sviluppare il loro potenziale creativo.

Mentre il corso base-propedeutico, nasce per soddisfare le esigenze e i gusti di tutti, adattandosi alle richieste e alle capacità in ingresso dei partecipanti; quello intermedio-avanzato, è pensato per chi, avendo seguito il corso base, è interessato a migliorare e imparare ancora di più le tecniche artistiche. È strutturato sulle doti già affinate degli allievi, intenzionati ad affrontare nuove sfide pittoriche e all’eventuale inserimento nel panorama artistico, legato ad una professione specifica.

Per permettere questa crescita e maturazione, non mancheranno laboratori di approfondimento organizzati dall’associazione culturale 'Dire Fare Disegnare' che, in sinergia con la scuola, si occupa di organizzare eventi espositivi e occasioni per far sperimentare nuovi modi legati alla creazione artistica, con la collaborazione di artisti affermati, ospiti della programmazione. Regole, suggerimenti e segreti del mestiere, saranno svelati attraverso interviste e workshop pensati per ogni singola occasione. Al fine di trarre più insegnamenti possibili da queste lezioni, si consiglia di seguire in modo regolare il programma scolastico ufficiale, impostato per fornire gli strumenti culturali necessari per interagire al meglio con gli illustri docenti, ospiti del percorso didattico. Su richiesta sarà inoltre possibile attivare anche un corso di disegno e pittura per bambini al lunedì in orario 16.30-18.30 e per mamme, educatrici e maestre il venerdì nello stesso orario. Per iscriversi occorre presentarsi presso la segreteria di v. O. Capello 3, tenendo presente che i posti sono limitati. A fine corsi è prevista una mostra generale degli elaborati realizzati durante l’anno e un catalogo che riunirà le opere più significative realizzate in aula.

DOCENTE: Cecilia Prete nata a Casale Monferrato nel 1975, è docente abilitata in disegno, storia dell’arte ed italiano per stranieri. Dopo la laurea in Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Brera, si specializza con Master in Design, Management artistico, Ingegneria del gioiello e Culture Simboliche. Come artista partecipa a molteplici esposizioni, collezionando significative esperienze professionali anche nel mondo del restauro, della curatela museale, dell’illustrazione e della divulgazione scientifica. Nel 2009 fonda l’associazione culturale 'Dire Fare Disegnare' ove si occupa di organizzare e promuovere eventi artistici.

Corso di poesia a cura di Marco Ferrari

Che vuol dire fare un corso di poesia? Davvero è possibile “insegnare” la forma di espressione più intima, libera e ispirata per eccellenza e concordarla con la forma più rigida e didattica di un corso?

Grazie all’avvicinamento a pratiche di libera espressione e del tempo libero come il teatro, l’escursionismo, la meditazione, lo psicodramma, questo corso si propone di entrare nel mondo della scrittura poetica attraverso un approccio alternativo: ricreare o ispirare una serie di piccole nuove esperienze di vita finalizzate alla (ri)scoperta e alla conoscenza di se stessi, a una nuova percezione del proprio tempo, del proprio microcosmo esistenziale e della propria capacità creativa.

Il laboratorio, di durata trimestrale e strutturato in 2 moduli per un totale di 10 incontri intensivi (di 3 ore circa cad.) prevalentemente finesettimanali, è aperto a tutti coloro che abbiano compiuto i 14 anni e che posseggano una conoscenza sufficiente della lingua italiana. Ciascun partecipante potrà scegliere se frequentare un solo modulo o tutti e due. Ciascuno degli incontri del corso verterà intorno a varie aree tematiche volte a stimolare lo spirito di osservazione e di introspezione dei partecipanti:

Primo modulo:

  1. la propria lingua madre: quali influenze, ingerenze e familiarità abbiamo con il mezzo espressivo della poesia; 2. osservazione della natura e il rapporto con essa: il ciclo delle stagioni, il mutare delle forme e dei colori; 3. la presenza umana: la città, le architetture e il paesaggio, il proprio ambiente.

Secondo modulo:

       4. le altre forme d’arte: storia della poesia, le opere d’arte, ascolti musicali; 5. senso del tempo e sentimento del tempo, il suo scorrere, il modo in cui lo impieghiamo nella nostra vita; 6. la materia umana: noi e gli altri, il passato, le esperienze di vita.

Parte degli incontri si svolgeranno all’interno dell’istituto ospitante, altri invece potranno aver luogo all’aperto, in zone della città e/o fuori dal centro abitato. Ciascuno dei partecipanti avranno come fine la produzione di uno o più composizioni poetiche che verranno mostrate e commentate dai compagni. Tali valutazioni non avranno alcun tipo di valenza qualitativa o valutativa ma rappresenteranno semplicemente, come tutte le altre esperienze all’interno dell’iter laboratoriale, delle occasioni di apertura e di confronto per la propria esperienza artistica. Il corso, inoltre, avrà come esito finale la pubblicazione di un testo che raccoglierà le opere che corsisti produrranno durante il periodo degli incontri, a testimonianza delle esperienze vissute e del percorso svolto.

Obiettivi formativi: fornire brevi ma funzionali approfondimenti di storia della poesia, di metrica e di retorica, di modo da incrementare da un lato la lettura, dall’altro creare un confronto fra il proprio personale modo di scrivere e le influenze che provengo dal passato; favorire la maturazione artistica e una consapevolezza estetica ed emotiva che permettano ai partecipanti di creare e valutare le proprie opere con sincerità e compiutezza. Il percorso laboratoriale manterrà quindi per ciascuno dei partecipanti un accesso al proprio mondo interiore il più possibile genuino e tutelato, volto unicamente a favorire la ricerca di nuove ispirazioni e nuovi punti di partenza per scoprire modi più personali e originali di scrittura.

DOCENTE: Marco M. Ferrari nato a Tortona nel 1986, è scrittore, regista e direttore editoriale. Dopo la laurea in Lettere moderne all’Università degli studi di Pavia e il diploma di regia lirica presso l’Accademia per l’Opera di Verona, ha partecipato come attore a vari spettacoli dal vivo e come animatore e organizzatore a vari eventi culturali. Dal 2009 è fra gli organizzatori del Concorso letterario “Codex Purpureus” di Sarezzano (AL) e dal 2016 direttore editoriale della casa editrice Vicolo del Pavone di Tortona.

Corso di 'Musica, storia e società' a cura di Massimo Marchese

Il corso 'Musica, storia e società' ha lo scopo di avvicinare i cittadini alla cultura musicale dei vari periodi storici, in particolare quello rinascimentale e quello barocco, due periodi in cui la città di Casale Monferrato è stata fortemente attiva sia politicamente che culturalmente come dimostrato da molte fonti e opere artistiche. Questo percorso didattico, partendo dalla musica, farà riscoprire luoghi e monumenti di indiscutibile valenza culturale. Musica cosiddetta “antica”, musica e architettura, chiese, palazzi, cortili e Castello, tutto rigorosamente d’Arte. Un progetto che salda tutti da una comune passione: portare l’Arte sempre più a contatto con la vita. I programmi comprendono relazioni supportate da audiovisivi e, ove possibile, l’esecuzione di musiche dal vivo. Fondate sull’interazione di linguaggi diversi (suono-parola-immagine),queste lezioni rappresentano un efficace mezzo didattico per operare collegamenti con la letteratura, la storia, l’arte e il costume. Obiettivi generali: educazione alla fruizione multimediale delle arti e dei linguaggi; conoscenza della storia attraverso il linguaggio musicale; conoscenza delle forme e degli ambienti musicali; capacità di operare collegamenti fra letteratura, storia, arte e musica; conoscenza degli strumenti musicali.

Il progetto si compone di 2 moduli di h. 30 ciascuno dedicati al Rinascimento e al Barocco. Si auspica che nel futuro la panoramica dei temi trattati possa essere ampliata da altri periodi storici per meglio soddisfare le esigenze dell’utenza.

I modulo: “MUSICA E SOCIETÀ DEL RINASCIMENTO” (30 ore)

Programma: La musica della Chiesa; La musica del palazzo e la società cortese; Leonardo da Vinci e la musica - Lorenzo de’ Medici e la musica; Il Rinascimento spagnolo - Il Rinascimento inglese; Società musicale nell’arte del Rinascimento; Gli strumenti musicali

I modulo: “IL BAROCCO: MUSICA E SOCIETÀ” (30 ore)

Programma: Lo spettacolo della corte e la musica teatrale; La musica in Italia: Venezia e Napoli, canzoni da battello e tarantelle; Società musicale nei dipinti di Pietro Longhi; Le voci del teatro e il fenomeno dei cantanti castrati; La musica in Francia, in Germania e in Inghilterra; Gli strumenti musicali.

DOCENTE: Massimo Marchese. Diplomatosi in liuto presso il “Royal College of Music” di Londra, è musicista e raffinato interprete, affermato a livello internazionale. Vanta una lunga carriera sia come solista, sia in famose formazioni di musica antica. Ha all’attivo oltre 18 pubblicazioni discografiche di cui otto come solista (RCA, Stradivarius, Tactus, Brilliant, Centaur Records, ecc...). Artista in residence dell’Istituto Italiano di Cultura di Osaka nel 2016, ha partecipato a diverse trasmissioni radiofoniche RAI (radio 2, radio 3 - Piazza Verdi e Radio 3 Suite - La Stanza della Musica) e per la Radio Nazionale Bulgara. Primo liutista al mondo a registrare in disco monografici di F. Spinacino (Tactus, 2006),F. Bossinensis (Tactus, 2004),Joachim van den Hove (Brilliant Classics, 2015) ed aver realizzato l’integrale delle opere in partitura (1682/1686/1716) di Robert de Visée (Brilliant Classics 2011/2015),svolge attività di ricerca musicologica. È stato presidente della s.i.e.m. (Società Italiana per l’Educazione Musicale) di Alessandria e direttore artistico e consulente musicale di numerosi festival e rassegne musicali tra cui il C.I.M.A.Al (Centro Italiano di Musica Antica di Alessandria) e il Festival Europeo di Musica Antica – Piemonte Orientale.

Ricerca in corso...