'Vaccini, serve uno scatto avanti: perché non utilizzare il palafiere Riccardo Coppo?'

La proposta del gruppo consiliare e del circolo del Partito Democratico di Casale Monferrato

CASALE MONFERRATO

Dal Circolo e dal Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Casale Monferrato riceviamo e pubblichiamo integralmente questo intervento: “Come se non fosse bastato lo stop nei giorni scorsi, dovuto alla sospensione in via precauzionale del vaccino Astrazeneca, oggi a Casale si sarebbero registrati una serie di disservizi al centro vaccinale, che da quanto riportano gli organi di stampa, sarebbe rimasto chiuso, nonostante fossero presenti molte persone pronte per essere vaccinate e con la dovuta prenotazione”.

“A fronte di queste informazioni, come gruppo consigliare presenteremo a breve una mozione per poter capire bene cosa sia accaduto e cosa non abbia funzionato nell’organizzazione”.

“Ma il problema non riguarda solo la giornata odierna: continuiamo a ritenere che serva attrezzare subito (e siamo già in ritardo) un centro vaccinale in una sede diversa da quella ospedaliera, facilmente raggiungibile e dove sia possibile avviare sette giorni su sette e in tutte le ore del giorno una vaccinazione a tappeto della popolazione”.

“Quando le dosi di vaccino arriveranno e saranno disponibili non possiamo farci trovare impreparati”.

“Il Palafiere 'Riccardo Coppo' è sicuramente adatto a questo scopo. Molte altre realtà si sono attrezzate o lo stanno facendo per avere un hub apposta per le vaccinazioni. A Casale cosa si aspetta ancora?”

Ricerca in corso...