'Sulla lotta alle zanzare l'assessore Fava ha le idee un po' confuse'

Vito De Luca, che nella giunta Demezzi aveva la delega all'Ambiente, commenta le dichiarazioni del suo successore a palazzo San Giorgio

CASALE MONFERRATO -

Il capogruppo di Forza Italia Vito De Luca, che nella passata amministrazione Demezzi era l'assessore all'Ambiente, ha diffuso questo commento riguardo il progetto di lotta alle zanzare, pubblicato ieri pomeriggio sul nostro portale. “L’assessore Cristina Fava – spiega De Luca – ha definito il progetto di lotta alle zanzare previsto dalla Legge Regionale 75/95, cui partecipa il comune di Casale Monferrato come capofila, come il più grande progetto del Piemonte con ben trentanove comuni coinvolti”.

“A leggere la notizia – prosegue – ci sentiamo tutti confortati e rassicurati che finalmente potremo goderci la nostra città senza essere molestati dalle fastidiosissime zanzare, tra cui la famigerata “zanzara tigre””.

“In realtà, la lotta alle zanzare è affidata quasi completamente alla speranza di favorevoli condizioni meteo che contrastino la diffusione naturalmente!!!”

“Per comprendere a pieno la mia affermazione, basti pensare che la lotta alle zanzare era affidata a due progetti:

- il primo, fondamentale, di lotta all’interno delle risaie, era finanziato dalla Regione Piemonte con circa cinque milioni di euro, rappresentando perciò l’intervento più significativo per efficacia

- il secondo, previsto dalla Legge Regionale 75/95, finanziato a metà dalla Regione Piemonte e metà dai comuni coinvolti nella misura di un euro per abitante, per un totale di circa 220mila euro, riguarda il contrasto in ambito urbano (tombini, ecc.. )”.

“Già dal 2015 la giunta Chiamparino aveva ridotto il finanziamento al progetto principale dai 5 milioni ai 400 mila euro, per poi azzerarlo del tutto nel 2016”.

“Il secondo progetto per efficacia residuale, come vede dall’entità dei finanziamenti che lo supportano, si è arricchito della partecipazione di due comuni passando dai 37 dello scorso anno ai 39 di oggi con una dotazione economica di poco meno 10mila euro”.

“Come si può notare dalle cifre dei finanziamenti, il vero progetto consisteva nella lotta alle zanzare in risaia, con il secondo che completava marginalmente il primo”.

“L’assessore Fava ha idee evidentemente confuse, vuoi nella formulazione del comunicato, vuoi, che è peggio, nel suo contenuto adoperandosi altresì per confonderle ai casalesi sostenendo che “La lotta in risaia, lo ribadisco, è il necessario completamento della lotta in ambito urbano””.

“Ebbene, Assessore Fava, è esattamente il contrario di quanto lei afferma: la lotta in ambito urbano completa la ben più consistente lotta in risaia!!!”

“Assessore Fava, preferisco pensare che, per pudore, o semplice coscienza del Suo ruolo, avrebbe fatto meglio a tacere ed informarsi preventivamente sulla realtà dei fatti. Se così non fosse, dovrei necessariamente pensare ad un Suo tentativo di mistificare la verità. i cittadini vogliono la verità sempre e comunque e non essere menati per il naso”.

“In conclusione mutuando il titolo di un vecchio film: non ci resta che piangere (punti dalle zanzare se il meteo non ci da una mano)”.

Ricerca in corso...