Paolo Filippi è il nuovo segretario del Partito Democratico di Casale Monferrato

Succede al compianto Angelo Muzio, scomparso il mese scorso. Ieri sera l'elezione all'unanimità da parte del direttivo

CAALE MONFERRATO

Paolo Filippi è il nuovo segretario della sezione cittadina del Partito Democratico. Succede al compianto Angelo Muzio, scomparso per un improvviso malore il mese scorso. Ieri sera l'elezione all'unanimità da parte del direttivo cittadino: un'elezione che era ampiamente prevista in quanto Filippi è il punto di riferimento della corrente di Futuro Democratico, egemone in consiglio comunale da circa due anni.

Paolo Filippi, 55 anni, è uno dei politici più influenti del territorio a partire dagli anni '90. Cresciuto nella Democrazia Cristiana, per la quale è stato candidato in parlamento nel '94, è stato a consigliere e assessore comunale a Casale Monferrato, assessore provinciale nella giunta Palenzona e, infine, per dieci anni, presidente della Provincia di Alessandria, fino al 2014.

Nel suo percorso politico non sono mancate le prese di posizione forti, come quando non rinnovò la tessera del suo partito in polemica con la decisione del governo di abolire le province, o semplicemente eterodosse come quando, all'ultimo congresso nazionale, sostenne la candidatura – molto di sinistra e poco “democristiana” – di Pippo Civati.

Ora dovrà gestire la fase di transizione verso il prossimo congresso nazionale (si dovrebbe svolgere ad aprile, secondo la volontà del segretario Matteo Renzi) ma soprattutto rilanciare una sezione che, in questi ultimi anni, ha attraversato momenti difficili ed è spesso apparsa chiusa in se stessa, autoreferenziale e poco ricettiva nei confronti degli stimoli esterni.

Si vedrà nelle prossime settimane come la nuova guida Filippi influirà sugli equilibri politici cittadini e sulla giunta Palazzetti, di cui il Partito Democratico è “azionista di riferimento”.

 

 

 

Ricerca in corso...