'Mi candido per dare più valore al Monferrato in Regione'

La presentazione del sindaco uscente di Casale Monferrato che correrà per il consiglio regionale nella lista 'Chiamparino per il Piemonte del Sì'

CASALE MONFERRATO

Alla presenza dell’Assessore Regionale, Alberto Valmaggia, si è tenuta ieri sera, 11 aprile, nella sala conferenze del Parco del Po di Casale Monferrato, la presentazione della candidatura di Titti Palazzetti a consigliere regionale per la lista 'Chiamparino per il Piemonte del Sì', accompagnata in segno di sostegno da tutti i candidati della lista che si presentano in Provincia di Alessandria: Aurora Mulas candidata di Alessandria, Adriano Reale di Novi e Michele Gallizzi di Acqui Terme (foto in alto).

L’attuale Sindaco di Casale Monferrato, Titti Palazzetti, è stata accolta da una sala molto piena e partecipe che ha sottolineato il desiderio di una comunità  di vedere Titti Palazzetti ancora impegnata nella politica di sviluppo del Monferrato.

La serata, moderata da Daria Carmi, che ha esordito manifestando il suo appoggio pieno alla candidata Titti Palazzetti, è iniziata con le parole di Alberto Valmaggia (foto in alto): «Nutro un’enorme stima per Titti Palazzetti – ha dichiarato Valmaggia – con la quale abbiamo condiviso tutta una serie di battaglie in campo ambientale, in particolar modo legate all’amianto, alla bonifica ed al parco Eternot. E’ stata un’amministratrice eccezionale che ha deciso di mettersi in gioco in una squadra, perché la lista 'Chiamparino per il Piemonte del Sì' è composta di donne e uomini che insieme formano un team, senza battitori liberi».

 

In un accorato ed affettuoso messaggio, Gianni Ravera, presidente dell’Associazione Nazionale Alpini di Casale, ha sottolineato il suo appoggio alla candidata: «Da quando sono Presidente della Sezione – racconta Ravera – ho avuto quattro Sindaci, pur nella consapevolezza che in questi oltre vent’anni i tempi e le regole siano cambiate, posso assicurare che in passato non sono mai stati raggiunti livelli di cooperazione come con questa ultima Amministrazione. Pertanto ed alla luce degli sviluppi che le candidature hanno assunto, auguro alla Professoressa Titti Palazzetti il successo personale che la sua passione, senso civico, onestà intellettuale e capacità di interpretare il senso più pieno dello spirito di servizio che un amministratore si prefigge, di essere eletta nel Consiglio della Regione Piemonte e che questo ruolo la porti a riprendere e rafforzare quei progetti per dare alla Città di Casale Monferrato il rilievo che merita».

Un po’ commossa dalle parole di Ravera ma assolutamente risoluta, Titti Palazzetti ha illustrato il suo progetto ai presenti: «Mi spiace lasciare il mio ruolo da Sindaco – ha dichiarato Titti Palazzetti – ma questa che mi è stata offerta è un’opportunità unica. Casale e il Monferrato da troppi anni non esprimono un consigliere regionale e questa occasione deve essere sfruttata. Essere presenti in Consiglio Regionale significa tornare a contare nella geografia del Piemonte e accorciare le distanze contrastando la desertificazione delle aree periferiche».

Il sindaco Palazzetti ha posto al centro della discussione il proprio impegno al fianco di Sergio Chiamparino: «Credo nelle liste civiche – prosegue Palazzetti – dove la società civile deve mettersi in gioco con grande volontà, rimboccandosi le maniche e lavorando per i propri cittadini. Essere protagonisti significa sacrificarsi in prima persona: per star bene noi dobbiamo fare in modo che stia bene tutta la collettività. Per questo ho scelto di schierarmi al fianco di Sergio Chiamparino, perché è una persona che ha sempre conservato la sua linea di pensiero pur essendo all’interno di un partito, che in fin dei conti, è ciò che, in piccolo, ho cercato di fare io a Casale».

Titti Palazzetti ha poi iniziato a scandire quelli che saranno i punti cardine del suo programma: «Difendere i diritti, portando avanti i valori di una città – spiega Palazzetti - questo territorio merita una ripresa dal punto di vista industriale, sociale e turistico. Abbiamo deciso di riassumere tante idee in un unico slogan: Più valore al Monferrato. In questa frase è racchiuso il grande senso di appartenenza di un territorio che vuole essere protagonista in Italia ed in Europa; Più valore al Monferrato, significa più valore alla sanità, al lavoro, ai diritti, all’ambiente e più valore in Europa». 

«Grazie di avermi eletto sindaco – conclude Titti Palazzetti – è stata la più bella esperienza che si possa fare nella vita lavorativa; un’esperienza meravigliosa che non dimenticherò mai, ed è con il medesimo entusiasmo che vorrei affrontare questa nuova sfida da consigliere».

A concludere la serata l’intervento di Ornella Caprioglio che ha ribadito il proprio sostegno alla candidata: «Sono molti anni che lavoro al fianco di Titti Palazzetti, prima come insegnante, poi come consigliere d’opposizione e, negli ultimi 5 anni, in giunta. E’ stato un percorso bellissimo e credo che Titti Palazzetti sia la persona più adatta a rappresentare il nostro Monferrato in Regione Piemonte».

 

Redazione On Line
Ricerca in corso...