Luca Gioanola: 'Il mio puzzle per costruire una Casale Monferrato migliore'

Nel pomeriggio la presentazione del candidato sindaco del centro sinistra e delle liste che lo sostengono: 'Il nostro è il progetto di una città sostenibile che si muove assieme al territorio'

CASALE MONFERRATO

(Da sinistra: Gabriele Farello, Stefano Laugelli, Luca Gioanola, Nada Zhiti e Fabio Lavagno)

“Dobbiamo essere come un puzzle in cui, se si perde anche un solo pezzo, si rovina tutto l'insieme”. E le tessere del puzzle sono i gruppi e i cittadini che appoggiano la coalizione di centro sinistra che si candida a confermarsi alla guida del Comune, sia pure in maniera totalmente rinnovata rispetto all'uscente amministrazione Palazzetti.

Utilizza questa metafora il candidato sindaco Luca Gioanola per presentare se stesso, le liste e le persone che lo sostengono alla sfida non facile per diventare primo cittadino di Casale Monferrato: “Io da solo non vado da nessuna parte, il sindaco è soprattutto una figura di sintesi: questo gruppo mi ha spinto a mettermi in gioco per costruire insieme una Casale migliore”.

Accanto a lui ci sono i rappresentanti delle quattro liste che lo sostengono, tutti (volutamente?) giovani: Gabriele Farello (Casale Insieme),Fabio Lavagno (Partito Democratico),Nada Zhiti (Progressisti per Casale, una lista in cui confluisce Articolo Uno – Mdp) e Stefano Laugelli (Casale Futura).

“In prospettiva rappresentano un cambio della nostra classe dirigente”, spiega Gioanola e si sa quanto la sinistra casalese abbia bisogno di quel ricambio generazionale che invece è riuscito a destra.

Un sostegno esterno viene anche dalle liste Uniti per Casale, Patto con i Cittadini, Italia in Comune e + Europa (il cui riferimento è l'ex presidente di Amc Energia Anselmo Villata).

(Il candidato sindaco del centro sinistra Luca Gioanola si presenta e fornisce qualche anticipazione del programma)

La presentazione avrebbe dovuto svolgersi presso l'imbarcadero – e invece, a causa del tempo incerto, si è tenuta nel vicino salone del Parco del Po – perché quest'area, sottolinea Gioanola, “può essere un veicolo di potenziamento del territorio, pensiamo al progetto Ven.To., alla futura sede del Parco del Po, ad aree da valorizzare come la Nuova Casale o da riscoprire come la Cavallara. Il centro, il Castello e il Lungo Po non devono più essere isole a sé stanti, ma integrate all'interno della città”.

Un primo incontro dedicato a farsi conoscere, il programma (“concreto ma non dettagliato, perché non sarebbe serio”) sarà presentato più avanti, anche se non sono mancate anticipazioni, concentrate su quatto punti: sostegno alla disabilità, progetto 'Adotta una via' (un'iniziativa svolta già nel Comune di Napoli in cui i cittadini possono, appunto, adottare una via del proprio quartiere per proporre idee, interventi, miglioramenti etc...),progetto 'riso e vino' (per mettere assieme due eccellenze del territorio),trasporti e mobilità (in un sistema integrato che comprenda gomma, rotaia e bici).

(Da sinistra. Gabriele Farello, Stefano Laugelli, Luca Gioanola, Fabio Lavagno e Nada Zhiti)

“L'obiettivo – sintetizza Gioanola – non è raccogliere voti per conquistare posizioni di potere, ma fare squadra con persone di qualità, competenti, riconoscibili e con capacità di ascolto. Cambiare marcia, andare oltre i personalismi, e restare concentrati sui problemi e sulle opportunità; rappresentare i casalesi e i monferrini a partire da chi lotta, da chi non cerca facili soluzioni, da chi investe emozioni nel territorio. Non ci interessano i primi cento giorni, di cui nessuno dopo un anno si ricorda più, ma fare bene il nostro primo bilancio di previsione. Il nostro è il progetto di una città sostenibile, smart, intelligente, che si muove assieme al suo territorio”.

Questi i prossimi appuntamenti:

- da giovedì 4 aprile saranno online le pagine web e social delle liste che sostengono Luca Gioanola, a cui sarà possibile inviare contributi e proposte

- sabato 6 aprile c'è la cena di coalizione presso gli Amici di Oltreponte in via Fratelli Bandiera (c'è ancora qualche posto libero: chi vuole iscriversi può contattare Fabio Lavagno a questa mail fabio.lavagno@hotmail.it)

- domenica 7 aprile, alle 18, l'inaugurazione della sede elettorale in via Roma 148

Ci saranno poi i gazebo di ogni lista in punti strategici della città e saranno programmati incontri con i cittadini.

Ricerca in corso...