'La rimozione dell'isola sul Po? E' marketing politico'

Intervento della lista civica Casale Insieme dopo l'annuncio del sindaco Federico Riboldi

CASALE MONFERRATO

Dalla lista civica Casale Insieme / Casale nel Cuore, che alle scorse elezioni amministrative ha sostenuto la candidatura a sindaco di Luca Gioanola, riceviamo e pubblichiamo integralmente questo intervento sulla questione della rimozione dell'isola sul fiume Po.

“La comunicazione del sindaco e dell’amministrazione comunale relativa alla rimozione dell’isola di sedimenti tra il Circolo Canottieri e l’Imbarcadero di viale Lungo Po Gramsci, è puro marketing politico e personalistico”.

“Si tratta di un’opera dell’Aipo (Agenzia Interregionale per il fiume Po) che ne ha valutato sia la programmazione sia la realizzazione. Non esiste alcun atto né documento depositato o discusso dall’Amminisitrazione in Comune, che quindi insiste in annunci invece che nella sostanza”.

“Peraltro è doveroso entrare nel merito del tema della ‘rimozione’ dell’isola. La cosiddetta "isola" non verrà infatti eliminata nella sua totalità ma solo per una porzione così come è stato programmato dall’intervento dell’Aipo”.

“La rimozione di 20mila metri cubi di materiale corrisponde alla sola rimozione della parte superficiale. L’attività dovrà essere infatti conclusa prima del completamento della diga/centrale idroelettrica che, con il conseguente innalzamento del livello dell'acqua, la ricoprirebbe già tutta”.

“Nel merito della comunicazione in stile propagandistico bisogna anche ricordare all’amministrazione che è responsabilità, governando, non solo dare le informazioni corrette ma anche adoperarsi per affrontare le problematiche evitando stili propagandistici ed entrando nel merito delle questioni”.

Ricerca in corso...